Tu sei qui

MotoGP, Lorenzo: "La dura anteriore? Scelta sbagliata"

"Anche con la scelta della media anteriore però, sarebbe stato difficile vincere. Valentino oggi andava più forte"

Bisogna saper perdere cantavano i Rokes nel 1967, e Jorge Lorenzo, nato esattamente vent'anni dopo, in questo si dimostra signorile, analitico, sincero fino in fondo. Il maiorchino è scattato subito veloce qui a Misano Adriatico, ma dopo poco è stato superato sia da Valentino Rossi che da Marc Marquez, prima che quest'ultimo scivolasse consegnandogli la seconda piazza. "Ma è una posizione irreale. Se Marc non fosse caduto, avrei chiuso terzo".

Una delle chiavi di questa seconda piazza sarebbe la volontà di scegliere una gomma anteriore dura, e non la media come avevano optato gli altri piloti factory: "A Brno avevo scelto una gomma diversa rispetto agli altri, ed aveva pagato. Qui invece è stato un errore, un mio errore. Non sono stato nemmeno vicino al passo che ho tenuto lo scorso anno, mentre Vale aveva un bel ritmo ed era ben concentrato".

Problema di mescola quindi, altrimenti il risultato sarebbe potuto esser diverso.

"In realtà anche senza problemi alla gomma anteriore, sarebbe stato difficile vincere. Comunque con questa gomma ho fatto tutti il massimo che si poteva fare".

Jorge, da buon combattente, attende la prima vittoria della stagione dopo averla sfiorata più volte, e continua comunque a puntare il dito su queste gomme del 2014, che fin da quest'inverno si erano mal sposate con la propria Yamaha M1: "Mi scoccia non vincere. Ho fatto cinque secondi posti. Spero che la vittoria arrivi presto, anche perchè la moto è migliorata e noi ci siamo avvicinati".

"Perchè non avevo subito il passo di metà gara? Forse ho fatto il primo giro troppo forte, e poi era difficile ripetersi nel secondo e nel terzo passaggio. Il problema più grande comunque riguarda le gomme. Non è semplicemente una questione di mescola e scelta, ma è proprio questra struttura degli pneumatici di quest'anno che risulta troppo rigida".

Tornando alla gara, nonostante la mancata vittoria, Jorge è soddisfatto del risultato di squadra: "Dopo molto tempo abbiamo fatto primo e secondo. Quest'anno sembrava un risultato molto difficile e se c'era una gara dove potevamo farlo era qui. Sia io che Vale avevamo il ritmo.

E' un peccato che noi abbiamo usato la gomma extra-dura. Certo, con la stessa scelta, magari avremmo potuto lottare fino alla fine, e non finire a due secondi. Ma la verità è che Vale ha fatto un ottimo lavoro e si è meritato la vittoria".

Prossima tappa Aragon, dove le temperature potrebbero essere non dissimili rispetto a Misano: "Si, ma li non ho mai vinto. Magari stavolta succede. Proveremo a fare un buon setting per la gara e non sbagliare un'altra volta lo pneumatico anteriore". Una sconfitta può essere una sconfitta, oppure una lezione per la prossima gara.

Categoria: 

Articoli che potrebbero interessarti