Tu sei qui

Moto3, WUP: Enea Bastianini rialza la testa

In Moto 2, Maverick Vinales si porta in testa. Migliore dei nostri è Morbidelli, 12esimo

Jacub Kornfeil si prende la prima posizione nei venti minuti dedicati al warm up mattutino nella classe Moto3. Il pilota ceco è riuscito a strappare la migliore prestazione proprio sotto la bandiera a scacchi, dopo che prima Brad Binder e poi Efren Vazquez avevano sopravanzato un Enea Bastianini convincente in vista della gara, riuscito a risalire la china dopo la diciassettesima posizione delle qualificazioni.

Tornando alla classifica, per Kornfeil un crono di 1'43.589, 31 millesimi meglio proprio di Vazquez, 205 rispetto ad Oliveira con la Mahindra, anch'egli risalito in terza piazza nelle fasi finali, poi - come detto - l'altra Mahindra di Binder (+0.342) e la KTM di Bastianini.

A far notizia comunque ci sono state le cadute del duo Honda Monlau. Dapprima Alex Rins, poi lo stesso Alex Marquez, caduto anche nella giornata di ieri.

Incappato in una scivolata anche Niccolò Antonelli, con l'anteriore che ha chiuso dopo l'uscita dalla seconda curva del Rio, in inserimento alla curva sei. Il portacolori del team Gresini comunque chiude in nona posizione, con un ritardo di 520 millesimi di secondo dalla vetta.

Dodicesimo crono per Romano Fenati (+0.635), fresco di rinnovo con il team VR46, e vestito di una nuova livrea con dettagli rossi in luogo dell'azzurro, per promuovere uno dei programmi di punta dello sponsor.

L'ascolano precede Danny Kent e Jack Miller, 14esimo dopo la pole di ieri. Gli altri italiani: 16esimo Andrea Migno, 17esimo Andrea Locatelli, 23esimo Alessandro Tonucci, 27esimo Matteo Ferrari, 28esimo Francesco Bagnaia, 31esimo Lorenzo Petrarca.

MOTO 2 - Maverick Vinales si prende la prima posizione nei venti minuti di warm up, mostrando il suo stato di forma, e precedendo di appena 6 centesimi Esteve Rabat e di 98 millesimi Joann Zarco.

Quarta piazza per il Poleman Mika Kallio (+0.136) davanti al duo svizzero composto da Luthi e Aegerter.

Il migliore dei nostri è Franco Morbidelli. Il pilota Italtrans chiude la sessione in 12esima piazza, con un ritardo di 682 millesimi dalla vetta, mentre Mattia Pasini si ferma in 19esima posizione, ultimo pilota ad accusare un ritardo inferiore al secondo (+0.952).

Da segnalare la caduta a fine turno per il rientrante Wilairot, che ha sostituito Herrin in seno al team Catheram.

Categoria: 

Articoli che potrebbero interessarti