Tu sei qui

MotoGP, Albesiano: tre anni per lottare al vertice

"Arriveremo in tempi ragionevoli. Il confronto ci permetterà di crescere più rapidamente"

Da quando ha preso le redini del Reparto Corse Aprilia, succedendo a Gigi Dall’Igna, Romano Albesiano non si è certamente annoiato. Oltre all’impegno in Superbike con il team interno ed il proseguimento del progetto ART nella categoria Open, l’ingegnere ha ricevuto l’incarico di sviluppare un nuovo prototipo per competere in MotoGP. Originariamente, secondo quanto annunciato dal CEO del gruppo Piaggio Roberto Colaninno all’EICMA, la moto avrebbe dovuto debuttare nel 2016. Tuttavia, diversi capovolgimenti regolamentari, hanno spinto Noale ad anticipare i tempi. A Misano è arrivato l’annuncio ufficiale di una partnership di quattro anni con il team Gresini.

“Potevamo fare una moto ‘lab’ e passare una stagione alla finestra, facendo solo dei test, per poi presentarci nel 2016 – ha commentato Albesiano Ma abbiamo fiducia nelle nostre capacità, ed abbiamo deciso di metterci la faccia. Solo con un raffronto agonistico possiamo misurarci e crescere più rapidamente”.

Come si tradurrà, nei box, il sodalizio con Gresini?

“Fausto terrà la sua squadra, noi valuteremo che tipo di supporto possiamo dare. Integreremo le nostre risorse”.

Che obiettivi vi siete posti?

“Vogliamo essere tra i primi cinque in tre anni. Ma non ho dubbi che arriveremo ad un buon punto in tempi ragionevoli. Nei prossimi giorni proveremo al banco il motore 2015, più simile a quello attualmente in uso ma con valvole pneumatiche ed un’aspirazione rivista. Anche il cambio seamless ed una nuova frizione debutteranno entro il prossimo anno”.

E la moto nuova?

“Come detto, il prototipo nuovo vedrà la luce a primavera 2016, motore compreso”.

Sul fronte piloti, come procedono le trattative con Melandri?

“Stiamo parlando ma abbiamo anche alternative. Diversi piloti provenienti dalla SBK potrebbero fare una bella figura, secondo me. Dipende anche dalle motivazioni di Marco. In SBK sarebbe il favorito numero uno per il titolo, in MotoGP il prossimo non so che risultati possiamo ottenere, ma è improbabile che lotteremo al vertice da subito”.

Che cosa avete da offrire ad un pilota per convincerlo ad imbarcarsi in questa sfida?

"Una lunga prospettiva, e la possibilità di lavorare con un reparto corse dalla capacità attestata. Si semina per raccogliere, ma comunque Aprilia ha già una storia di successo".

Quanto a nuovi test, avete contattato Biaggi?

“Stiamo parlando, ancora non c’è niente di definito”.

Che ne pensi dell’approccio di Suzuki?

“Sulla carta loro sono più pronti di noi. Noi parlare di confronto e risultati quest’anno è fuori luogo. Faremo del nostro meglio. Più avanti non potremo sottrarci”.

Cosa vi ha inseguito la Cube?

“Su quella moto si è sviluppata la scuola tecnologia moderna di Aprilia. Sia dal punto di vista del motore che dell’elettronica. Un po’ come quando la Honda fece la ‘cilindri ovali’. Oguma mi raccontò dei cambi di peso, non della moto ma suoi. La Cube ha fatto soffrire ma era un progetto avantissimo, forse anche troppo. Aveva il contralbero, le valvole pneumatiche, la frizione in carbonio…Ha influenzato positivamente il corso dei successi di Aprilia in SBK”.

A proposito di SBK, che cosa succederà?

“Manca ancora una decisione definitiva, ma abbiamo un paio di opzioni da valutare. Bisogna capire su quanti fronti agire. Perché, oltre alla MotoGP ci sarà da allestire un test team. Prenderemo una decisione il prima possibile”.

Oltre a Red Devils, avete parlato con Alstare?

“Io non ho mai parlato con Batta da un anno a questa parte. Ci siamo incontrati all’EICMA ma non è successo nulla. Abbiamo altre opzioni per strutture alle quali appoggiarci, ma non posso ancora parlarne”.

Da cosa nasce la decisione di tornare in MotoGP?

“È una decisione strategica per promuovere il marchio Aprilia a livello mondiale. La SBK promuove il prodotto. Secondo me la SBK è stata molto importante per comunicare Aprilia in un certo modo, oggi la decisione è quella di alzare il livello”.

Categoria: 

Articoli che potrebbero interessarti