Tu sei qui

MotoGP, FP2: Ducati continua a volare, con Dovi

Il forlivese unico sotto 1'50 sul bagnato a Misano. Seguono Pedrosa e Marquez, Iannone nono davanti a Rossi

Se il primo tempo di Yonny Hernandez nella FP1 ha parzialmente sorpreso (il colombiano, peraltro quinto nel pomeriggio e secondo nella combinata, ha a disposizione un pacchetto molto meno aggiornato dei suoi compagni di marca), il primato di Andrea Dovizioso nella FP2 della MotoGP a Misano rappresenta una gradita conferma per Ducati.

La squadra di Borgo Panigale aveva provato sul circuito di Santa Monica prima di dirigersi a Silverstone, trovando buoni riscontri sull’asciutto. Anche sul bagnato, tuttavia, la D16 sembra cavarsela egregiamente. Nonostante una scivolata, il forlivese ha preso rapidamente confidenza con il tracciato insidioso. Unico ad abbattere il muro di 1’50, Dovizioso ha siglato la classifica dei tempi con un 1’49.165.

Seguono, con tempi pressoché identici, gli “ufficiali” Honda Dani Pedrosa e Marc Marquez. Il fantino di Sabadell ha proceduto con cautela, realizzando l’acuto personale solo sotto la bandiera a scacchi, con un distacco di 1.161. Non ci ha invece messo molto il campione in carica, in grado di spingere forte fin da subito ed apparentemente soddisfatto della competitività della sua RC213V nonostante solo sette giri percorsi.

Quarto tempo per uno stoico Danilo Petrucci (+1.446). Il ternano ha sì approfittato del riferimento di Marquez, mettendoci comunque del suo e guidando con autorevolezza la classifica della Open davanti ad Aleix Espargaró (dodicesimo, +2.969) e Scott Redding (13º).

Seguono Stefan Bradl (7º, +1.653), Jorge Lorenzo, Andrea Iannone, e Valentino Rossi. I due piloti Yamaha hanno girato su tempi mediamente due o tre secondi più alti di quelli di Dovizioso, trovando maggiore fiducia solo negli ultimi passaggi. Discorso diverso per quanto riguarda Iannone, rallentato dalla seconda scivolata di giornata ed autore di soli sette giri lanciati.

A terra anche Bautista, Abraham, Redding, e De Angelis. I tempi:

Categoria: 

Articoli che potrebbero interessarti