Tu sei qui

MotoGP, Baz, fumata nera: troppo alto per la Honda

UPDATE Il pilota francese è 1.93: la RCV1000R è troppo piccola per lui

Baz, fumata nera: troppo alto per la Honda

Incredibile ma vero, Loris Baz si è giocato l'arrivo in MotoGP, con la Honda del team Aspar a causa della sua altezza. Quella che sembrava solo una battuta circolata nei box è invece la verità. A raccontarcela è Gino Borsoi, braccio destro di Jorge Martinez nel team spagnolo.

"Purtroppo Baz non entra nella RCV1000R - ha confermato Borsoi - credo che sia il pilota più alto che io abbia mai conosciuto: è 1.93, sette centimetri più di Leon Camier che pure ha avuto i suoi problemi per adattarsi alla moto di Hayden".

Quali problemi sono nati per l'eventuale adattamento della RCV al pilota francese?

"Con Camier abbiamo dovuto alzare ed allungare la sella, spostare le pedane, la distribuzione dei pesi è andata a farsi benedire e con Loris tutto ciò non basterebbe: dovremmo rifare anche la carenatura, spostandola in avanti, perché Baz ha il busto molto lungo. Inoltre dovremmo modificare pure gli scarichi, perché non c'è spazio per spostare le pedane. Avremmo bisogno anche di un diverso reggisella. Tutte modifiche che la Honda dovrebbe fare solo per lui".

Quindi la decisione è definitiva?

"Ci stiamo avviando verso questa direzione, e ci dispiace perché Loris Baz è giovane, 21 anni, e va forte. Ha sicuramente dei margini di miglioramento".

Soluzioni alternative?

"Al momento Mika Kallio e Eugene Laverty. Il finlandese lo conosciamo, è invece difficile giudicare i piloti che vengono dalla Superbike ma Laverty l'hanno scorso senza i problemi che ha avuto avrebbe potuto vincere il mondiale. Certo, ha 27 anni...".

A questo punto sorgono anche dei dubbi sulla 'scelta' di Loris Baz di lasciare la Kawasaki. Senza la certezza di un accordo firmato con Aspar lasciare liberare la sella della verdona sarebbe stato quantomeno azzardato...a meno che la convivenza fra il francese e Tom Sykes non iniziasse a diventare così difficile da rendere la decisione quasi obbligata. Ma chi la ha presa: Loris o la Kawasaki?

UPDATE - La storia è destinata ad avere uno strascico: Loris Baz ha firmato effettivamente una proposta che obbliga il team di Martinez ad ingaggiarlo 'a meno che Scott Redding si liberi...'.

Il suo manager è a Misano e sta seguendo la situazione.


Categoria: 

Articoli che potrebbero interessarti