Tu sei qui

MotoGP, Rossi e Dovi: sportellate a fin di bene

Duello all'ultima chicane tra i due italiani alla "Spurtleda58". Marquez completa il podio

I piloti della MotoGP hanno tenuto fede al nome della manifestazione. Durante la “Spurtleda” organizzata dalla Fondazione Marco Simoncelli, non sono mancate le sportellate. Una su tutte, quella tra Valentino Rossi e Andrea Dovizioso, all’ultima chicane, che ha deciso la volata della finalissima.

Ricapitolando, Rossi è scattato dalla pole position cercando subito la fuga ma il connazionale su Ducati lo ha ripreso dopo essersi liberato del gruppo. I due hanno fatto quindi gara in tandem nelle ultime tornate, scambiandosi ripetutamente posizioni fino al contatto finale che ha deciso l’esito della gara di pochi millesimi. Sul podio anche Marc Marquez, protagonista di un avvio “diesel” ma, come sempre, rapido ad apprendere. Escluso dopo la fase eliminatoria, è stato inserito nella finale per plebiscito popolare, e per poco non ha beffato Rossi e Dovizioso approfittando della bagarre.

“Che bastardo”, ha detto Dovizioso ridendo, dopo un bell’abbraccio con Rossi. “Ero riuscito a riprenderlo, ma non a scappare. Bello comunque, eravamo qui per divertirci e ci siamo divertiti”.

“Gran bagarre – ha replicato RossiHo provato a scappare alla partenza per tenermi lontano dai guai, avevo un buon passo ma Dovi mi ha ripreso. All’ultima curva dovevo provarci, l’anno scorso ero andato abbastanza male (fece quarto, ndr) quindi volevo a tutti i costi riscattarmi”.


Categoria: 

Articoli che potrebbero interessarti