Tu sei qui

SBK, Jerez incorona Marco Faccani

STOCK 600 - l'italiano conquista gara e titolo. Un commosso Migliorati dedica il titolo a Romboni

Ore 18.14: il sole è ancora alto nel cielo di Jerez, ma le luci son più soffuse, delicate, quasi eleganti. La perfetta cornice di una scena che Marco Faccani, si sarà immaginato molte volte in questo fine settimana e che, una volta tagliato il traguardo, si è tramutata in realtà.

Così, mentre dalla rete tutti i meccanici agitano i pugni al cielo in segno di vittoria, il giovane protagonista si ferma alla prima curva, lasciandosi andare ad una gioia candida, contenuta, quasi elegante, sincera. E' lui il nuovo campione europeo della Superstock 600.

Gioia, eleganza, ma anche commozione vera e profonda, come quella di Cristiano Migliorati, esploso in un pianto commosso non appena il suo pilota ha talgiato il traguardo.

"Il fatto è che mi emoziono perchè mi affeziono a questi ragazzi. Questo titolo è dedicato a Doriano Romboni". Un bel pensiero, vero, profondo.

Una giornata non facile per Marco Faccani che ha spinto per tutta la gara, resistendo alla pressione di Federico Caricasulo, giunto secondo al traguardo.

"Veramente bellissimo. La gara più difficile del campionato però volevo vincerla ed ho spinto fino alla fine. Devo ringraziare tutto il team ed i ragazzi. La contentezza è al massimo." Queste le parole del neo campione una volta giunto in parco chiuso, che ha poi aggiunto:" Speriamo di continuare cosi andando avanti nel tempo. Dedico questo titolo ai miei genitori".

Grande sportività da parte di Caricasulo: "Intanto voglio fare i complimenti a Marco. Ho provato a stargli dietro ma poi la gomma ha leggermente mollato e non ci son riuscito. Son contento però per come è partito il week-end. L'obiettivo era stargli davanti ma bene cosi". Italia vera protagonista, nel bene e nel male. Se al traguardo infatti, la terza piazza è appannaggio di Duwelz in sella alla Yamaha, protagonista fino alla caduta è stato Zaccone.

Quarta piazza per Tucci che proprio con Duwelz si è giocato l'ultimo gradino del podio nelle battute finali. Quinto Wayne Tessels, davanti a Rinaldi. Sfortuna per Lorenzo Salvadori, costretto al ritiro con la moto fumante, e per Christopher Gobbi, caduto proprio mentre si trovava dietro alla Kawasaki di Salvadori.


CRONACA DI GARA:

Partenza valida, ottima partenza per Faccani e Caricasulo. Alla prima staccata proprio Faccani passa primo. Alla seconda caduta collettiva tra cui Casalotti e Tuuli son protagonisti. Faccani e Caricasulo provano una prima fuga, con Tucci terzo e Duwelz quarto davanti a Zaccone. La moto di Salvadori fuma dal lato destro.

- 12 giri al termine: Faccani ha girato mezzo secondo più veloce di Caricasulo. Dietro intanto, è lotta paerta tra Duwelz, Tucci, Zaccone e Rinaldi, con Zaccone che si porta in terza piazza.

- 11 giri al termine: Poker italiano al traguardo. Faccani, Caricasulo, Zaccone e Tucci con il leader che ha girato in 1'47.580, mentre Caricasulo ha chiuso due decimi peggio. Continua a fumare la moto di Salvadori che ora si trova in ottava posizione. Caduta per Zaccone, mentre si trovava in terza posizione.

- 10 giri al termine: Bandiera nera per Luca Salvadori che sta perdendo evidentemente olio. A rimetterci è stato anche il povero Gobbi che si trovava subito dietro. Nel frattempo, Faccani e Caricasulo stanno scappando dal resto del gruppo, unici a girare sotto il muro dell'1'48 costantemente.

- 08 giri al termine: salgono i tempi. Faccani e Caricasulo continuano a girare appaiati, con tre decimi di distacco tra i due. In terza posizione arriva ora Duwelz, a precedere Tucci e Rinaldi.

- 07 giri al termine: Caricasulo gira un decimo meglio di Faccani, con i due che rimangono comunque incollati e fermi. Duwelz con la Yamaha R6 si trova a oltre tre secondi, pur avendo guadagnato 4 decimi in quest'ultimo passaggio. Poche emozioni in questa gara, con pochissimi sorpassi.

- 06 giri al termine: Leggermente lungo Caricasulo alla curva due. Faccani prende qualche metro di vantaggio. Faccani proprio nei primi due settori riesce a guadagnare sul suo avversario, per poi perdere nell'ultimo settore veloce.

- 05 giri al termine: Faccani è tornato a girare in 1'47.8, staccando leggermente Caricasulo che mostra segni di nervosismo a livello ciclistico. Mentre la Kawasaki infatti sembra molto più stabile, in frenata Caricasulo si muove molto. Si arriva alla staccata della Dry Sac e proprio il pilota Honda arriva leggermente lungo.

- 04 giri al termine: La situazione: Faccani, davanti a Caricasulo, Duwelz, Tucci e Tessels quinto con la Suzuki, a precedere Rinaldi, Bodis e Mikhalchik.

- 03 giri al termine: Lotta aperta tra Tucci e Duwelz, con quest'ultimo che prova all'interno della Dry Sac, ma con il portacolori Kawasaki che chiude bene la traiettoria dall'esterno.

- 02 giri al termine: Faccani ha appena guadagnato sei decimi nell'ultimo giro su Caricasulo, oramai staccato di 1.1 secondi.

- Ultimo giro: passerella per Marco Faccani che conquista il titolo europeo di Campione Superstock 600. Secondo Caricasulo davanti a Duwelz e Tucci.

Categoria: 

Articoli che potrebbero interessarti