Tu sei qui

SBK, Ducati: calendario? serviva scelta coraggiosa

Parla il direttore sportivo Ciabatti: "la stabilità è fondamentale per le strategie e gli sponsor"

La Superbike si prepara al round di Jerez, dopo una pausa estiva di lunghezza incredibile. È da metà luglio – a Laguna Seca – che i piloti non scendono più in pista e ora si preparano agli ultimi tre appuntamenti. Già solo tre, perché le derivate di serie hanno a che fare con un calendario monco, orfano delle gare in Russia e Sud Africa. Cento punti in meno, se vogliamo parlare di chi si gioca il mondiale, un danno di immagine, guardando al campionato.

Sono stato dall’altra parte della barricata, posso capire che sia difficile risolvere una situazione simile quando ci si trova di fronte a dei problemi simili all’ultimo minuto”, riflette Paolo Ciabatti, direttore sportivo di Ducati Corse.

Però una soluzione c’era, quella di correre tre gare in un weekend.

“E noi, anche se non siamo in corsa per il titolo, eravamo favorevoli. In Qatar si poteva fare, non penso ci fossero problemi particolari di affaticamento per i piloti o di budget per le squadre. Ci sembrava giusto per tutti avere una possibilità in più”.

Ma si è andati a chiedere l’opinione di Kawasaki e Honda, era facile capire cosa avrebbero risposto.

E’ giusto sentire tutti i protagonisti ma logicamente bisogna poi saper pesare le risposte di chi si avvantaggia nel caso non si corra. A volte il promoter deve sapere prendere delle decisioni coraggiose, nel caso siano a vantaggio del campionato”.

Non è successo. A questo punto, chi ha lavorato bene per rientrare nel contingentamento dei motori potrebbe essere addirittura svantaggiato.

Assolutamente, va a discapito di chi ha pianificato il proprio lavoro su tutte e 14 le gare. La situazione si è ribaltata”.

Speriamo che la lezione serva in futuro. Come Ducati cosa chiedete?

L’ideale sarebbe che il calendario si facesse quando i contratti con i circuiti sono già stati acquisiti, in modo da essere il più stabile possibile. È una questione di immagine, oltre che fondamentale per elaborare le strategie tecniche e per i rapporti con gli sponsor, che hanno dei mercati che interessano loro particolarmente”.

Categoria: 

Articoli che potrebbero interessarti