Tu sei qui

MotoGP, Gara: Marc Marquez re d'Inghilterra

Silverstone - splendido duello tra Marc e Lorenzo per la vittoria. Terzo Rossi davanti a Pedrosa e Dovizioso

Di spada e di fioretto, con la bombetta e con il casco. Marc Marquez è un Giano Bifronte: tanto sorridente una volta tolto il casco, quanto duro e spietato una volta in pista. Dopo lo "smacco" di Brno, Marquez aveva una voglia assoluta di ristabilire le gerarchie, di far capire che il Re era e rimane lui, e per farlo ha scelto il luogo dove il motorsport europeo ha mosso i primi passi, la terra d'Albione.

Marc Marquez nuovo Re d'Inghilterra, dopo aver stato sconfitto da Jorge Lorenzo lo scorso anno. Forse, proprio memore di quel fantastico duello del 2013, quest'anno Marquez non ha sentito ragioni e quando Lorenzo, a tre giri dal termine, ha resistito al suo attacco, il piccolo diavolo ha incrociato la linea, mollato i freni, messo le ruote sul cordolo, ed è passato definitivamente in testa, involandosi verso la bandiera a scacchi. "La gara è stata divertente ma non mi aspettavo uno Jorge cosi veloce" ha detto Marquez "Facevo un pò di fatica, però avevo visto che avevo un pò di margine. Volevo sorpassarlo subito per mettere un pò di spazio tra me e lui. Bene cosi, bella gara".

Il 2014 di Jorge Lorenzo continua nel segno delle vittorie sfiorate, accarezzate, bramate ma (ancora) non conquistate. Il maiorchino ha corso in maniera eccellente, mantenendo un ritmo velocissimo e costante, contrastando gli attacchi di Marquez fino al duello finale che lo ha visto sconfitto. Un duello forse leggermente troppo duro secondo lo spagnolo: "Mancava più che a Brno per vincere? Beh, la gara si è conclusa quando ci siamo toccati...la guida di Marc è un pò aggressiva, più aggressiva di altri piloti. Ma questo lo deve giudicare la direzione gara, io faccio la mia gara. La Yamaha non può staccare tanto forte e stringere. La mia moto è migliorata tanto per digerire questo pneumatico duro che ci da problemi. Serve ancora tanto tempo per migliorare ancor di più, ma sono contento per il team che stanno lavorando davvero duro".

Dietro il duo spagnolo, Valentino Rossi, Daniel Pedrosa e Andrea Dovizioso hanno dato vita a duelli altamente spettacolari per la terza posizione del podio. Sotto il traguardo l'ha spuntata Rossi in volata su Pedrosa, dopo un ultimo tentativo dello spagnolo alla Brooklands.

"Sinceramente non è che mi aspettavo qualcosa in più, perchè Lorenzo e Marquez sono andati veramente forte. Sono riuscito a stare con loro peer un pò, ma mi sarebbe piaciuto stargli più vicino. All'inizio però ho perso un pò di tempo con Dovizioso ed Espargaro. Dopo un pò però la gomma cominciava a scivolare molto. Buono perchè è il mio primo podio a Silverstone, però dobbiamo lavorare per migliorare. " queste le parole di Rossi in parco chiuso.

Sorprende la quinta piazza di Dovizioso con la Ducati, in lotta costante e vera per una posizione sul podio, oltretutto senza l'aiuto della gomma posteriore più morbida: i piloti factory avevano scelto la stessa mescola dei piloti Ducati. Una gara che ha reso felice anche Gigi Dall'Igna "Sono contento della prestazione che siamo riusciti a fare oggi. L'obiettivo era quello di stare entro i dieci secondo di ritardo dal primo. Ci siamo riusciti e non era un obiettivo facile. Guardiamo avanti con ottimismo"

Sesta piazza per Pol Espargaro, davanti a Stefan Bradl, Andrea Iannone e Aleix Espargaro. A punti Alex De Angelis, quindicesimo.

Categoria: 

Articoli che potrebbero interessarti