Tu sei qui

Moto2, WUP: Folger nel mattino di Silverstone

In Moto3, confermano lo stato di forma Antonelli (3°) e Bastianini (6°). Ancora in ritardo Fenati, 18esimo

Jonas Folger si prende la vetta della classifica nel warm up. Il tedesco è sembrato piuttosto in forma in questo fine settimana in terra d'Albione, chiudendo la sessione in 2'07.852, davanti a Joann Zarco, altro grande protagonista di Silverstone, considerando la conquista della Pole position ottenuta ieri.

Il francese del team Catheram chiude questo freddo warm-up mattutino a 157 millesimi di secondo di ritardo dalla vetta. Una sessione fredda dicevamo. Questo perchè, per poter venire incontro alle esigenze televisive, date anche dall'ora di differenza che l'Inghilterra reca, la Moto3 correrà il gran premio nel pomeriggio, solo dopo la Motogp.

In questo modo, i giovani protagonisti della classe cadetta, hanno svolto il warm-up per ultmi, mentre i primi a scendere in pista sono stati i protagonisti della Moto2. Tornando alla classifica, terza piazza per Esteve Rabat (+0.217), seguito da Vinales ed Aegerter, entrambi staccati di tre decimi dalla vetta.

Sesta piazza per Sandro Cortese a precedere il nostro Simone Corsi che, in vista della gara, ha provato lo pneumatico più morbido, scelta che, probabilmente userà in gara. Ottava piazza per Mika Kallio, staccato di 482 millesimi di secondo. 17esimo e 18esimo i nostri Franco Morbidelli e Lorenzo Baldassarri, 22esimo Mattia Pasini, protagonista anche di una scivolata nel finale, mentre Riccardo Russo chiude in 27esima piazza.

Nota su Nagashima: lo sfortunato protagonista della caduta di ieri è stato operato nella notte. E' stato operato al bacino e gli è stata ridotta la lussazione alla spalla. Per il giapponese, sfortunatissimo, anche la frattura esposta di tibia e perone.

MOTO 3 - 2'14.361. Questo il riferimento cronometrico che ha portato in prima posizione la Honda di Alexis Masbou, 31 millesimi di secondo meglio di Alex Marquez. Terza posizione per il nostro Antonelli, che conferma il suo stato di forma qui sulle curve di Silverstone. Il portacolori del team Gresini accusa un ritardo di poco più di un decimo di secondo, davanti a McPhee, Alex Rins ed Enea Bastianini. E' da sottolineare come, nei primi sei posti vi siano solo due KTM, moto che l'anno scorso aveva letteralmente dominato, e che entrambe siano del team Gresini. In settima piazza infatti, ecco la Husqvarna (una KTM ovviamente) con Danny Kent, davanti a Guevara. Gli altri italiani: 12esimo Locatelli, 17esimo Tonucci, 20esimo Ferrari, 24esimo Migno, 29esimo Bagnaia. Nota conclusiva su Fenati che chiude in 18esima posizione, ancora afflitto da problemi di setup. Non se la passa meglio Miller in questa sessione: l'australiano chiude infatti in 15esima piazza.

Ultime parole per Schouten. Il giovane olandese della Mahindra non correrà, afflitto dall'influenza che lo ha letteralmente debilitato.

Categoria: 

Articoli che potrebbero interessarti