Tu sei qui

MotoGP, Ducati: ad Aragon in gara la GP14.5

Per il GP spagnolo una versione evoluta della Desmosedici sia nel motore che nel telaio

Il tempo per le novità è arrivato e non bisognerà aspettare i test di febbraio in Malesia. Ducati ha deciso di spingere sull’acceleratore e portare in pista una versione pesantemente evoluta della sua Desmosedici prima della fine della stagione. La nuova moto è attesa per il GP di Aragon, in programma a fine settembre, e a Borgo Panigale stanno lavorando giorno e notte per riuscirci.

Si tratta del primo step verso la GP15, la moto del prossimo anno, la prima nata sotto la gestione di Gigi Dall’Igna. Quella di Aragon sarà, per così dire, una versione intermedia, una sorta di prova generale per il 2015. Non ci saranno solo nuovi piccoli particolari ma interventi molto più radicali, sia sul telaio che sul motore.

È da tempo che Dall’Igna sta intervenendo sul propulsore, cercando di rimpicciolirlo nelle dimensione per consentirne un migliore posizionamento del telaio. Dalla carta si passerà ai fatti, lasciando alla pista il ruolo di giudice. Il suo responso sarà importante, perché confermerà se i passi fatti durante tutto quest’anno stanno andando nella direzione giusta. Un esame fondamentale prima di decidere come sarà la GP15.

I tempi sono stretti, a Bologna lo sanno, e stanno lavorando a stretto contatto con i fornitori per riuscire a fare più in fretta possibile. L’intenzione è quella di affidare la nuova moto al collaudatore Michele Pirro prima del GP spagnolo per un test al Mugello, in modo da verificare che tutto funzioni correttamente.

I piloti – probabilmente solo Dovizioso e Iannone – dovranno invece conoscere la nuova Desmosedici direttamente sul campo di gara. Un azzardo, certo, ma era stato proprio Dall’Igna a sottolineare poche settimane fa come in questa stagione sia necessario prendersi rischi.

A Misano ci sarà ancora l’attuale versione, ad Aragon un assaggio di futuro.

Categoria: 

Articoli che potrebbero interessarti