Tu sei qui

Moto3, Brno: baby Marquez in pole, Antonelli 3º

Lo spagnolo su Honda svetta nonostante una caduta, ma Antonelli e la KTM rimontano. Bastianini nono

Prima la pioggia poi le bandiere rosse esposte per poter riparare l’airfence danneggiato dalla caduta di Oettl hanno spezzato il ritmo delle qualifiche della Moto3, decise nella solita bagarre a caccia di scie e riferimenti nei cinque minuti finali. Il più bravo a districarsi e domare il caos è stato Alex Marquez, già protagonista dei turni di libere e scampato indenne ad una caduta a metà sessione in seguito ad un’uscita di pista nel tentativo di evitare il contatto con McPhee.

Il fratello minore di Marc ha ottenuto la sua seconda pole position stagionale (dopo il GP di Barcellona) grazie ad un tempo di 2’07.691, ma il dominio Honda (che fin qui aveva occupato stabilmente le prime tre posizioni) è apparso meno evidente grazie alla rimonta dei piloti KTM Isaac Viñales (+0.223) e Niccolò Antonelli (+0.315), che torna in prima fila dove mancava dal GP di Jerez.

Apre la seconda fila Alex Rins davanti a Miguel Oliveira ed un nervosissimo Jack Miller, che ha mostrato ripetutamente il proprio disappunto a piloti più lenti di lui, rei di “sporcare” il giro buono (cosa peraltro accaduta a tanti altri e abbastanza comune quando i piloti in pista sono 34). L'australiano è arrivato al contatto con Bagnaia ed è stato convocato dalla Direzione Gara.

In terza fila, Alexis Masbou precede Efren Vazquez (protagonista di una violenta caduta sul finale) ed uno stoico Enea Bastianini, che ha lamentato dolore nelle curve a destra a causa del calcagno fratturato ma chiuso il turno a +0.705 di ritardo. Alle sue spalle, come nella FP3, Romano Fenati, che ha rischiato con l'arrivo della pioggia (era 23º) per poi rimontare progressivamente.

Gli altri italiani: quindicesimo Alessandro Tonucci, ventesimo Francesco Bagnaia, ventitreesimo Andrea Locatelli, ventiseiesimo Matteo Ferrari.

Categoria: 

Articoli che potrebbero interessarti