Tu sei qui

Moto2, Rabat si riconferma, Luthi vicino

Temperature autunnali a Brno e pista più lenta di ieri. Morbidelli chiude all'11° posto

Anche in Repubblica Ceca l’estate ha deciso di prendersi… una vacanza e i piloti della Moto2 sono scesi in pista per l’ultimo turno di prove libere sotto un cielo nuvoloso e temperature autunnali. Il metro non ha comunque fermato Tito Rabat che si portato ancora una volta in prima posizione, come già successo nel primo turno di libere. Il tempo dello spagnolo è di 2’02”635, circa quattro decimi più lento di quanto fatto da Kallio ieri nel pomeriggio, segno che il circuito è più lento.

Se davanti a tutti c’è una Kalex, a inseguire ci sono una Suter e una SpeedUp. La prima è guidata da Luthi, a meno di un decimo da Rabata, mentre la seconda è quella di Lowes, buon terzo a meno di due decimi. In quarta posizione Sandro Cortese, scivolato a una decina di minuti dalla fine, che sta dimostrando sessione dopo sessione di avere imboccato la strada giusta a Brno.

Kallio si è invece assestato al quinto posto, davanti a Folger, Aegerter, Simon, Viñales e Torres. Appena fuori dai primi dieci, ma migliore degli italiani e in continua crescita, Franco Morbidelli. Il pilota Italtrans ha limitato il gap da Rabat sotto il secondo e ha fatto segnare un tempo identico al millesimo a quello di Simeon.

Qualche difficoltà in casa Forward, con Simoni Corsi solo 14° e Mattia Pasini 17°, dietro a un Salom in ombra. Lorenzo Baldassarri, che lamenta problemi in inserimento, è 24°, mentre Riccardo Russo ha chiuso al 32° posto.

I TEMPI

Categoria: 

Articoli che potrebbero interessarti