Tu sei qui

MotoGP, De Angelis: Yamaha? bella a metà

"Sono contento del turno asciutto, non di quello bagnato. Mi serve solo più tempo per conoscerla"

L’ultima volta era stata a Laguna Seca, poco più di anno fa quando fu chiamato per sostituire Spies sulla Ducati. Alex De Angelis oggi è ritornato su una MotoGP, al posto di un altro americano, Edwards. Il debutto sulla Yamaha Open del team Forward non è stato però troppo fortunato, perché la pioggia gli ha tolto la possibilità di inanellare quei chilometri per lui fondamentali.

Alex, come giudichi questa prima presa di contatto?

Alla fine dei conti sono felice, soprattutto perché ho provato la Yamaha, ero molto curioso. Dividerei la giornata in due: sono contento del mattino e un po’ deluso dal pomeriggio. Sinceramente, pensavo di chiudere ultimo il primo turno di libere. Invece ho limitato il ritardo da Marquez a tre secondi e ci sono stati cinque piloti più lenti di me. Inoltre sono subito riuscito a capire come intervenire sulla moto per migliorare”.

Con la pioggia, invece?

Non avevo fiducia, la Yamaha ha un avantreno molto stabile ma con l’acqua non riuscivo a decifrarlo bene. Inoltre sull’asciutto ho trovato che l’elettronica fosse perfetta mentre sul bagnato interveniva troppo. È normale, siamo partiti da un setup molto conservativo per poi progressivamente passare a uno meno invasivo”.

Quale telaio hai usato?

Al mattino quello Yamaha, al pomeriggio quello Forward”.

Che differenze hai trovato rispetto alla Ducati?

Sono due moto completamente differenti, ma è difficile fare un confronto in due piste così diverse. Laguna Seca ha delle accelerazioni da prima marcia in cui le MotoGP ti catapultano mentre Brno è un circuito molto più scorrevole. Comunque, la Yamaha mi è sembrata una moto più stabile”.

Quali sono gli obiettivi per la gara?

Avendo perso un turno è difficile fare previsioni, non ne ho proprio idea. Con un po’ più di tempo a disposizione avrei puntato ad arrivare a punti ma ora mi accontento di fare esperienza”.

Categoria: 

Articoli che potrebbero interessarti