Tu sei qui

Moto3, Brno, FP2: Marquez e Honda alla riscossa

Tre Honda al vertice con Rins e Masbou a ruota. Brutta botta per Bastianini, quinto davanti a Bagnaia

Dopo aver visto il fratello Marc aggiudicarsi la prima sessione di libere della MotoGP, il fratello Alex Marquez ha pensato bene di imitarlo nella FP2 della Moto3 a Brno. Il pilota Honda, comunque sugli scudi fin dai primi giri, ha alzato la proverbiale asticella nei minuti conclusivi, scendendo (grazie anche un T2 molto competitivo) da solo sotto i 2’08 con un 2’07.969, una supremazia peraltro mostrata anche sul passo, impostato in 2’08 basso.

A testimonianza della competitività della moto di Tokyo, completano il podio virtuale i compagni di marca Alex Rins (+0.334) ed Alexis Masbou (+0.443), mentre l’enfant du pais Jakub Kornfeil guida la pattuglia di KTM dalla quarta posizione (+0.461) davanti ad Enea Bastianini, mattatore nella FP1. Il pilota di Rimini è stato suo malgrado escluso dalla lotta finale a causa di un violento high-side alla curva 12-13. Dopo essere rimasto per qualche minuto a bordo pista con evidenti difficoltà a rialzarsi, Bastianini è stato trasportato direttamente al centro medico per accertamenti e ne è uscito in carrozzina con un vistoso ematoma al tallone. Ulteriori aggiornamenti dopo l’esito delle lastre.

A difendere i colori italiani ci ha pensato anche Francesco Bagnaia, risalito fino alla sesta posizione, più lento di Bastianini di solo un millesimo e staccato di 0.561. Nel gruppo di testa anche il leader in classifica Jack Miller, settimo davanti a Efren Vazquez, Karel Hanika, John McPhee, Danny Kent, undicesimo ed ultimo pilota sotto al secondo di distacco.

Lotta nelle seconde linee Niccolò Antonelli, tredicesimo (+1.366) dopo aver limato circa otto decimi tra FP1 e FP2. Leggermente più attardati Alessandro Tonucci e Romano Fenati, rispettivamente sedicesimo e diciassettesimo. Venticinquesimo Matteo Ferrari, 32º Andrea Locatelli.

UPDATE: le lastre fatte a Enea Bastianini hanno evidenziato una piccola frattura al calcagno destro, che non dovrebbe mettere a rischio la sua presenza in pista domani.

 

Categoria: 

Articoli che potrebbero interessarti