Tu sei qui

Moto2, Rabat inizia con il piede giusto a Brno

FP1. Quindici piloti in otto decimi. Lo spagnolo davanti a Cortese ed Aegerter

Il sole di Brno ha baciato sulla fronte Tito Rabat, autore del miglior tempo nel primo turno di libere a Brno. Il leader del campionato, che ha sofferto nelle ultime case, ha fermato il cronometro in 2’03”126, a mezzo secondo circa dal record del circuito. Lo spagnolo ha avuto la meglio su un redivivo Cortese, che si è piazzato secondo a 0”172.

La classifica della Moto2, come da tradizione, è comunque cortissima e in otto decimi ci sono ben 15 piloti, un dato che spiega come la lotta nella cilindrata di mezzo sia serrata. Terzo posto, e non siamo ancora a due decimi di distacco, c’è la Suter di Dominique Aegerte, davanti a Simon e Kallio, che ha comandato la sessione nella prima parte.

Sesto tempo per Zarco, davanti a Folger, Luthi, Schrotter e Viñales, che chiude i primi dieci. Undicesimo tempo per il primo degli italiani, Mattia Pasini (a 0”655), mentre Franco Morbidelli è 14° e Simone Corsi 15°, davanti un Salom in difficoltà.

Per trovare Lorenzo Baldassarri bisogna invece scendere fino al 26° posto, mentre il debuttante Riccardo Russo – che ha sostituito De Angelis sulla Suter del team Tasca – è 29°. L’italiano ha comunque dimostrato miglioramenti nel corso del turno, portando il suo gap dal primo sotto i 3 secondi.

Una curiosità, la wild card Mahias con l’artigianale Transfiormers è 27°.

Popov, anche lui a Brno come wild card, è caduto nel giro di ingresso in pista. A terra anche Cardus nelle prime fasi del turno.

I TEMPI

Categoria: 

Articoli che potrebbero interessarti