Tu sei qui

MotoGP, Smith con Tech3 per un altro anno

Assegnata anche l'ultima Yamaha Factory rimasta. Bradley: "è ora di mostrare il mio potenziale"

Yamaha ha confermato oggi l’ultimo componente per la sua line-up per il 2015 e, anche in questo caso, non è cambiato nulla. L’ultima M1 Factory rimarrà infatti nelle mani di Bradley Smith, riconfermato da Tech3 per un altro anno. L’inglese quest’anno non sta entusiasmando con i suoi risultati, ma è anche vero che alternative fra le mani Poncharal non ne aveva molte.

L’ipotesi Rins erano poco più che voci, in verità il manager francese lo avrebbe voluto sì nel suo team nel 2015 ma in quello Moto2, per passare in MotoGP poi l’anno successivo. Lo spagnolo però vuole una Kalex. Hervé ha poi cercato qualche giovane da crescere nella classe regina – come Folger, per gare un nome – ma problemi contrattuali hanno chiuso molte porte.

Si è così deciso di fare necessità virtù, sperando che Smith finalmente si ‘sblocchi’. Nei test invernali aveva fatto vedere una buona velocità, ma per un motivo e per l’altro non è mai riuscito a concretizzarla. Ha un altro anno per dimostrare il suo talento.

“E’ difficile spiegare come mi senta ora, sono veramente grato alla Yamaha, a Hervé e alla squadra per avere creduto in me e permettermi di continuare con loro per un altro anno – ha detto SmithE’ il quinto anno che sono con Tech 3 ma mi sembra di avere appena iniziato. È positivo per la seconda parte della stagione avere la mente libera da questioni contrattuali e per me è tempo di incominciare a mostrare il mio vero otenziale, non penso di averlo fatto fino a ora. Inoltre, correre insieme a Pol è divertente e si è creata una bella atmosfera in squadra ed entrambi ci spingiamo motivandoci a vicenda”.

Hervé Poncharal ha commentato: “mi fa molto piacere annunciare che Smith rimarrà con Tech3 per un altro anno. Ci conosciamo sempre meglio, fa parte della nostra famiglia da cinque anni, solo Jacque è stato con noi per più tempo. Questa stagione non è stata facile per lui dopo le grandi aspettative dei test invernali e la prima gara in Qatar. Non bisogna mollare e penso sia la miglior scelta per il 2015”.

Categoria: 

Articoli che potrebbero interessarti