Tu sei qui

Moto2, WUP: Acuto di Viñales, quarto Corsi

In Moto3 Vazquez precede Miller, Antonelli migliore degli italiani davanti a Fenati e Bastianini

Qualche nuvola in cielo, ma nessuna goccia d’acqua sul tracciato. Inizia così la domenica di Indianapolis, che vede i piloti di Moto2 e Moto3 inaugurare la giornata di gara.

In pista Efren Vazquez segna il riferimento della mattinata davanti al poleman, Jack Miller. L’australiano precede la Honda di Rins e la Mahindra di Oliveira, mentre Antonelli è il migliore degli italiani con  il sesto tempo, seguito dalla coppia Fenati-Bastianini.

Nella classe intermedia la sorpresa si chiama Maverick Viñales. Il campione in carica della Moto3, porta la propria Kalex davanti a tutti, beffando la coppia Rabat-Kallio. Ancora una volta Corsi è il più veloce della pattuglia italiani, precedendo in quarta posizione Dominique Aegerter.

MOTO3 – Questa volta ha dovuto accontentarsi. Jack Miller non riesce nell’impresa di mettere il sigillo anche nell’ultimo turno precedente la gara. Il pilota australiano, dopo aver maturato due caschi rossi nell’ultimo giro, perde tutto nel tratto finale, lasciando il miglior tempo ad Efren Vazquez. Lo spagnolo ferma il cronometro sull’1’41”049, rifilando quasi quattro decimi al rivale. Nei primi tre anche Alex Rins (+0.421), seguito a poco più di un decimo da Oliveira e la sua Mahindra. In crescita Niccolò Antonelli. Nonostante la ventesima casella in griglia, l’alfiere Honda riesce ad ottenere il settimo tempo, davanti ai connazionali Fenati (+0.657) e Bastianini (+0.681). Prestazione in ombra per lo spagnolo Navarro (+1.311), che ieri in qualifica  aveva ottenuto la sesta posizione. Per lui diciottesimo tempo, alle spalle di Bagnaia (+1.253). Più distante Tonucci (20°, +1.336), oltre la ventesima posizione gli alfieri del Team Italia.

Sfortunato Hanika, caduto dopo pochi minuti dall’inizio del turno e costretto a terminare in anticipo il proprio warm up.  Nel finale a terra anche Granado.

MOTO2Quando tutti si aspettavano una lotta a tre Kallio-Rabat-Aegerter, ecco che Maverick Viñales fa la voce grossa. Il pilota spagnolo beffa il connazionale Rabat a pochi secondi dal termine, grazie al tempo di 1’36”986. Niente da fare per l’attuale leader del mondiale, costretto ad accusare 43 millesimi di gap dall’avversario. Lo stesso distacco è quello che separa Kallio, autore ieri della pole, dal compagno di squadra.

A completare il quartetto Kalex, Simone Corsi (+0.391), costretto a rincorrere a quasi quattro decimi dalla vetta. Sessione in salita invece per Dominque Aegerter, che a Indy punta a bissare il successo di un mese fa. Lo svizzero è lento in tutti i settori della pista, tanto da accusare quasi mezzo secondo. Il pilota della Suter precede il connazionale Luthi, mentre nella top ten si conferma Sandro Cortese. Fuori dai primi dieci gli altri italiani, con De Angelis tredicesimo (+0.912), dopo la rovinosa caduta in qualifica. Il sanmarinese guida il terzetto formato da Morbidelli (+1.034) e Baldassarri (+1.054). Diciannovesimo Pasini (+1.234). Da registrare a metà turno la caduta senza conseguenze del belga Simeon.

Categoria: 

Articoli che potrebbero interessarti