Tu sei qui

Moto3, Indianapolis: Miller re del time attack

Pista bagnata, i piloti con le slick solo nei minuti finali. La FP1 va all'australiano, 3º Tonucci e 9º Ferrari

Seppur con qualche intoppo a causa della pista bagnata dalla pioggia, la Moto3 ha riaperto le danze ad Indianapolis dopo circa un mese di stop.

I piloti hanno progressivamente preso confidenza con  le modifiche apportate al tracciato (cambia il layout della prima ed ultima variante, oltre alla riasfaltatura) per poi montare le gomme da asciutto nei minuti finali e lanciarsi in una prova anticipata di time attack in vista delle qualifiche di domani. La classifica dei tempi non è comunque particolarmente indicativa, dal momento che diversi piloti non hanno fatto in tempo ad approfittare della pista asciutta sul finale.

Il più veloce sotto la bandiera a scacchi è stato il “solito” Jack Miller, che comanda la classifica iridata con 19 punti di vantaggio su Alex Marquez e sembra destinato a passare direttamente alla MotoGP il prossimo anno, preferibilmente con un titolo in bacheca. L’australiano ha fermato il cronometro sul tempo di 1’45.824. Alle sue spalle, sul podio virtuale, Isaac Viñales (+0.399) ed Alessandro Tonucci (+0.698).

Seguono Grunwald, Vazquez, Granado, Schouten, e Masbou. Tra gli italiani in zona punti provvisoria c’è anche Matteo Ferrari, nono (+1.500), mentre gli altri giovani azzurri non hanno avuto il tempo di tentare l’attacco. Niccolò Antonelli ha così siglato il venticinquesimo tempo, percorrendo un solo giro con gomma slick. Andrea Locatelli è 28º davanti a Romano Fenati, Enea Bastianini 31º.

Categoria: 

Articoli che potrebbero interessarti