Tu sei qui

MotoGP, A Indianapolis i freni non servono

Solo la prima curva rappresenta un punto delicato di staccata per i piloti della MotoGP

L'Indianapolis Motor Speedway è un circuito piuttosto lento e stretto e, nonostante circa il 20% del tempo speso sul giro impiegato in frenata, non è una pista particolarmente impegnativa per i freni.

L'unica asperità è costituita dalla prima frenata dopo il traguardo caratterizzata da un discreto spazio di frenata per passare dai 335 km/h iniziali ai circa 173 finali. In quel punto la decelerazione massima è pari a 1,4 g e i piloti passano 4,6 secondi staccando.

Il circuito, comunque, dopo i recenti lavori sulla carta potrebbe essere molto più veloce rispetto al passato e anche il problema derivante dai tre diversi tipi di asfalto dovrebbe essere stato risolto.

Categoria: 

Articoli che potrebbero interessarti