Tu sei qui

MotoGP, Ducati: nuovi motore e carena a Indy

Continuano le trattattive per il sostituto di Iannone in Pramac: Laverty e Petrucci al ballottaggio

Il conto alla rovescia per i test di Valencia, quando dovrebbe debuttare la nuova Desmosedici è iniziato, ma intanto a Borgo Panigale continuano a lavorare sull’evoluzione della moto attuale. Dall’Igna ha deciso all’ultimo momento di accelerare i tempi e di portare a Indianapolis una nuova carena per vestire la Ducati, che avrebbe dovuto inizialmente debuttare a Brno.

Non sarà l’unica novità portata per il GP americano, infatti dall’Italia è arrivato anche un nuovo motore. Si tratta del propulsore che Iannone ha provato al Mugello a inizio luglio. La nuova unità è stata promossa sotto tutti gli aspetti e potrebbe dare una mano sulla rinnovata pista di Indianapolis. I lavori sul circuito, infatti, hanno velocizzato la esse che porta al rettilineo principale (872 metri la sua lunghezza) e la Ducati potrebbe fare valere ancora una volta i suoi muscoli.

A Bologna non si sta però solo pensando agli aggiornamenti tecnici, ma anche a quale pilota affidare il prossimo anno l’ultima moto rimasta libera. Con l’addio di Crutchlow e il conseguente passaggio di Iannone nella squadra ufficiale, il team Pramac è infatti costretto a rivedere i suoi programmi per il 2015.

Hernandez verrà riconfermato e ora bisogna decidere chi affiancargli. In ballottaggio ci sono due nomi: Eugene Laverty e Danilo Petrucci. L’irlandese è ‘sponsorizzato’ da Dall’Igna che ha saputo apprezzarlo quando correva con Aprilia in SBK. TvbLa squadra di Campinoti però preferirebbe un italiano ed è naturale guardare al ternano.

Danilo era già stato contattato due anni fa per vestire il ruolo di collaudatore – che rifiutò ed andò a Pirro – e anche lo scorso anno ci furono dei contatti per farlo correre nel team interno in SBK. Questa potrebbe essere la volta buona, Laverty permettendo.

Categoria: 

Articoli che potrebbero interessarti