Tu sei qui

Test SBK: Sykes inarrestabile a Portimão

Il pilota Kawasaki sotto 1'43 con gomme da gara, 120 giri per Melandri, quarto davanti a Giugliano

Una ventina di giri è bastata a Tom Sykes per aggiudicarsi anche la seconda giornata di test ufficiali della SBK a Portimão. Il britannico è anche riuscito nella tutt'altro che facile impresa di scendere sotto il muro di 1'43 con gomme da gara, fermando il cronometro sul tempo di 1'42.719 nella sessione mattutina (nessuno ha migliorato nel pomeriggio ad eccezione di Loris Baz, terzo con un 1'43.110).

Come ieri, Sylvain Guintoli ha ricoperto il ruolo di principale antagonista in sella all'Aprilia, fermandosi ad un paio di decimi dal campione in carica nonostante una scivolata poco prima della pausa pranzo. Il premio di stakanovista va invece al suo compagno di squadra Marco Melandri (quarto con un 1'43.315), autore di 120 giri in due giorni nonostante la caduta di ieri lo abbia lasciato con gamba destra e spalla sinistra doloranti.

Tempi simili per le Ducati ufficiali affidate a Davide Giugliano e Chaz Davies, che occupano rispettivamente la quinta e la sesta posizione. Il romano (1'43.592) ed il gallese (1'43.742) hanno anche portato avanti con successo il programma di prove sulla frizione mirato a migliorare lo spunto alla partenza della Panigale.

Settimo tempo incoraggiante per Claudio Corti, che ha preceduto di soli due millesimi il capofila della EVO David Salom, impegnato anche in prove sulla  prima versione della moto 2015. Chiudono la classifica Alessandro Andreozzi e Jeremy Guarnoni. Le ostilità riprenderanno ad inizio settembre, a Jerez.


Categoria: 

Articoli che potrebbero interessarti