Tu sei qui

MotoGP, Lorenzo: due decimi per giocarmi la vittoria

Jorge fiducioso: "problemi con la seconda gomma in qualifica ma ho il miglior passo dopo Marquez"

L’obiettivo dichiarato per Lorenzo era la prima fila, ma il maiorchino dovrà accontentarsi di scattare dalla seconda nella gara di domani. La situazione è nettamente migliore rispetto ad Assen ma questa volta la dea bendata ha deciso di non guardare in direzione del box Yamaha. Così Jorge ha patito – anche se in misura minore – dello stesso inconveniente che ha colpito Valentino.

La seconda gomma aveva qualcosa che non andava e non sono riuscito a migliorare il mio tempo quanto avrei potuto. Non sarei riuscito comunque a partire in pole ma un paio di decimi per agguantare la prima fila avrei potuto toglierli. La Honda è superiore al momento su questa pista, soprattutto quando devono sfruttare le gomme nuove. Io non riesco a essere aggressivo sul gas come vorrei quando cerco il tempo, il posteriore patina troppo”.

Se le qualifiche non hanno sorriso a Lorenzo, in gara le cose potrebbero cambiare.

Il mio ritmo è buono, è appena un po’ più lento di quello di Marquez ma dopo di lui vengo io. Penso di essere più forte di Pedrosa. Guidando morbido sulla distanza, i problemi di trazione sono minore. Alla fine dei conti qui mi sento più forte e anche il pacchetto moto-gomme funziona meglio”.

C’è un solo ostacolo sulla sua strada, il solito, Marquez.

Sembrava che qui non avrebbe fatto una grossa differenza e invece con l’ultimo giro ha dato quasi tre decimi al secondo. Dovrò lavorare bene domani mattina nel warm up, mi mancano ancora uno o due decimi sul ritmo e poi potrò puntare alla vittoria”.

Categoria: 

Articoli che potrebbero interessarti