Tu sei qui

Moto2, QP: Prima pole in carriera per Aegerter

Lo svizzero precede Kallio e Rabat, memorabile quinto posto per Franco Morbidelli, davanti a Simone Corsi

Se lo ricorderà a lungo questo sabato, Dominique Aegerter. Il pilota svizzero conquista la prima pole position in carriera nel Gran Premio del Sachsenring, confermando quanto di buono fatto nelle tre sessioni di prove libere. Il tempo che vale la prima casella in griglia all’alfiere della Suter è di 1’24”761, solo un decimo più lento rispetto al best lap di Torres siglato lo scorso anno. “Sono molto entusiasta per questa prestazione – sottolinea Aegerter – è tutto il weekend che ho un buon passo e penso di avere meritato il risultato. Adesso dovrò ripetermi anche in gara, so che sarà difficile, però dentro di me penso che potrò conquistare la mia prima vittoria”.  Una pole ottenuta sul filo di lana quella di Aegerter, che a pochi secondi dalla bandiera a scacchi ha scalzato Mika Kallio, dominatore della sessione fino a quel momento. Nonostante alcune difficoltà nel tratto finale, lo svizzero è riuscito a trovare il giusto setting portando la propria moto davanti a tutti.

Niente da fare quindi per Kallio (+0.124), beffato proprio sul più bello quando ormai la prima casella sembrava cosa fatta. Il finlandese della Kalex riesce a tenere dietro il leader del mondiale, Esteve Rabat (+0.271), che sul tracciato tedesco puntava alla settima affermazione in qualifica dopo Assen. Lo spagnolo chiude la prima fila, relegando in seconda il connazionale Torres (+0.347).

Se Aegerter sorprende, non da meno lo è Franco Morbidelli. Il portacolori del team Italtrans è la seconda vera sorpresa della giornata, grazie al quinto tempo assoluto. La prima fila gli sfugge per meno di due decimi, ma lui è più che entusiasta: “E’ una bella sensazione – sottolinea il pilota laziale - abbiamo svolto un ottimo lavoro con tutto il team e il risultato si è visto. Ero veramente al limite, ora però bisogna pensare alla gara, dato che è quello ciò che conta”. Morbidelli guida la pattuglia italiana, seguito a soli dieci millesimi da Simone Corsi. L’alfiere del Team Forward ha nell’ultimo settore il proprio Tallone d’Achille, nonostante diversi caschi rossi strappati in T1 e T2.

Nella top ten sorride anche Alex De Angelis (+0.479), autore del nono tempo alle spalle delle Suter di Zarco (+0.381) e Luthi (+0.427). In netta crescita anche Lorenzo Baldassarri (+0.751), che chiude le qualifiche in dodicesima posizione davanti al campione in carica di Moto3, Maverick Viñales. Il pilota spagnolo sembra soffrire il tracciato tedesco, così come l’altro debuttante, Jonas Folger (+0.954), il quale non riesce ad andare oltre la ventesima posizione, seguito a quindici millesimi dal connazionale Cortese. A chiudere il gruppo degli italiani Mattia Pasini (+0.943), 18° a quasi un secondo dalla vetta.

Da segnalare le cadute senza conseguenze di Rossi e Schrotter.

La Direzione Gara ha poi deciso di commisionare un punto di penalità sulla licenza a Morbidelli, reo di essere uscito dalla corsia box con il semaforo rosso acceso.

Categoria: 

Articoli che potrebbero interessarti