Tu sei qui

Moto3, Sachsenring: Miller prima della pioggia

QP - Problemi per Romano Fenati che chiude in 25esima posizione. Migliore dei nostri è Bastianini, decimo

Il maltempo, dopo tante premesse, fa capolino sul circuito del Sachsenring, andando a rovinare i piani di numerosi piloti, aiutando al contempo altri protagonisti di giornata.

Se da un lato la superiorità di Jack Miller non è stata sostanzialmente mai intaccata in questo fine settimana tedesco, la pioggia ha ben pensato di aiutare, di agevolare la pole position dell'australiano che rimane comunque concentrato sull'obiettivo di domani: " E' semplicemente un'altra pole position. Mi devo concentrare su domani, quello è l'obiettivo. Ad Assen non l'ho sfruttata, quindi domani dovrò fare meglio".

Acqua che è cominciata a scendere a circa 18 minuti dal termine per poi smettere a cinque minuti dalla bandiera a scacchi, quando però oramai le condizioni del circuito non permettevano dei miglioramenti cronometrici. A rimetterci, tra i protagonisti del mondiale, è stato senza ombra di dubbio Romano Fenati.

Dopo una mattinata estremamente complicata a causa di problemi tecnici accusati dalla sua KTM, i lavori si sono protratti fino all'inizio del turno ufficiale di qualificazione inoltrato. Proprio quando serviva girare e far scendere i tempi quindi, ecco la pioggia. Risultato: Miller primo, Fenati 25esimo. 1'26.997 il riferimento cronometrico che è valsa la Pole position all'Aussie di KTM, braccato dalle Honda di Masbou e Alex Marquez rispettivamente a +0.109 e +0.146.

Il portacolori Monlau, sembra esser riuscito a risalire quindi la china, dopo un inizio di fine settimana complicato: "Non è stato facile in questo circuito. Ho avuto problemi di setup. Per le qualifiche ho cambiato delle cose che mi facevano sentire meglio. E' importante per la gara di domani".

Quarta piazza per Karel Hanika, autore della sua miglior qualifica stagionale. Per il compagno di box di Miller, un ritardo di 360 millesimi di secondo. Ancora KTM, anche se rimarchiata Husqvarna, in quinta piazza con Danny Kent a precedere Brad Binder, ottimo sesto con la Mahindra (+0.456), che precede Alex Rins (+0.588), ed un Eric Granado estremamente soddisfatto per una ottava piazza inaspettata.

Il migliore dei nostri è Enea Bastianini, decimo a 755 millesimi dalla vetta, e per alcuni momenti anche in grado di accaparrarsi un poto in prima fila. Chi si trovava in ritardo ed è riuscito nella piccola impresa di guadagnare posizioni dopo la pioggia è stato Niccolò Antonelli. Il portacolori di Gresini è stato l'unico infatti a migliorare la propria prestazione nel finale, a dispetto di quanto fatto, tra gli altri, da Fenati e Kornfeil (18esimo il ceco). 14esima piazza per Matteo Ferrari, 15esimo Alessandro Tonucci, 20esimo Locatelli, poi 26esimo Bagnaia dietro a Fenati.

Categoria: 

Articoli che potrebbero interessarti