Tu sei qui

MotoGP, Espargarò: questa pista è fatta per me

Aleix pronto all'assalto al Sachsenring: "sono molto veloce anche sul passo e il nuovo telaio qui mi piace"

Ormai Aleix Espargarò è l’uomo del venerdì e – dopo Qatar, Barcellona e Assen – per la quarta volta ha portato la sua Open davanti a tutti al termine dei primi due turni di libere. Lo spagnolo sorride, “so che è solo venerdì ma la cosa importante è che negli ultimi tre GP stiamo lavorando bene e la moto è migliorata”. Un ulteriore motivo di ottimismo è che il pilota Forward si è dimostrato veloce non solo sul giro singolo, ma anche sul passo. “Con una gomma con 22 giri sulle spalle sono riuscito a portarmi al terzo posto, prima di montarne una nuova e migliorarmi ancora”, sottolinea.

Il suo miglior crono lo ha staccato usando il telaio Yamaha ma ha anche utilizzato il nuovo costruito internamente, che Colin monta già da qualche gara.

La squadra mi ha chiesto di provarlo e non mi aspettavo che funzionasse così bene – spiega – Quando avevo le gomme usate ero con quello. Poi sono passato al vecchio telaio e non sono migliorato molto, solo tre o quattro centesimi, penso che rimanendo con l’altro avrei potuto fare meglio. Forse lo preferirò in qualifica domani, faremo altre comparazioni”.

Questa è una pista che ben si adatta alle caratteristiche sue e delle sua moto, non contando troppo i cavalli.

Anche l’anno scorso con la CRT Aprilia ero stato veloce – ricorda – Ero partito quinto e in gara avevo lottato con la Ducati di Dovizioso. Il rettilineo è corto, quindi la potenza non conta molto, come ad Assen e come succederà anche a Misano. Forse sarà possibile usare la gomma morbida, oggi ha retto bene sulla distanza, e potrebbe essere un vantaggio”.

I risultati di Espargarò potrebbero anche spianargli la strada per il suo futuro, anche se al momento non vuole troppo sbilanciarsi.

Quello che voglio è una moto che mi permetta di puntare al podio o alla vittoria. Per ora però non ho fretta, mi sto muovendo con calma”.

Che, dicono, sia la virtù dei forti.

Categoria: 

Articoli che potrebbero interessarti