Tu sei qui

Moto2, FP1: Corsi svetta al Sachsenring

Il pilota della Kalex guida il primo turno davanti ad Aegerter e Kallio, 7° De Angelis, 10° Baldassarri

Se il buongiorno si vede dal mattino, la tre giorni del Sachsenring inizia nel migliore dei modi per Simone Corsi. Il pilota romano del team Forward segna infatti il riferimento nella prima sessione di prove libere, fermando il cronometro sul tempo di 1’25”500. C’è voglia di riscatto per Corsi, dopo il secondo posto ottenuto lo scorso anno e ancora di più dopo la caduta di Assen quando era in testa alla gara. Le prime impressioni sembrano soddisfare l’alfiere Kalex del team Forward: “Ovviamente non posso che essere felice per quanto fatto – spiega Corsi - abbiamo un bel passo e sono contento della moto, soprattutto per quanto riguarda il feeling. Per questa gara mi sono allenato molto, sarà importante partire già da subito col piede giusto come abbiamo dimostrato”.

Se il laziale detta il ritmo in prima posizione, alle sue spalle è bagarre vera, con Aegerter e Kallio distanti solo trenta millesimi. Nonostante i caschi rossi del primo settore, lo svizzero e lo spagnolo patiscono nella parte centrale della pista. Stesso discorso vale per il leader del mondiale Esteve Rabat (+0.133), il quale ha chiuso la prima sessione al quarto posto a oltre un decimo dalla vetta, davanti al connazionale Torres (+0.309) con la Suter.

Nelle top ten sorprende con il sesto tempo il belga Simeon (+0.488), davanti al sanmarinese Alex De Angelis per soli trentotto millesimi. Incoraggiante prima sessione anche per il debuttante Lorenzo Baldassarri (+0.679), autore del decimo posto alle spalle di Zarco (+0.549) e Simon (+0.641).

Più arretrati gli altri italiani, con Mattia Pasini (+0.789) sedicesimo e Franco Morbidelli (+1.325) ventiquattresimo, con quest’ultimo che lamenta problemi di affidabilità. Prestazione al di sotto delle aspettative per il campione in carica della Moto3, Maverick Viñales (+0.935), soltanto diciannovesimo a un secondo dalla vetta.

Tra le novità del Sachsenring la presenza di Nina Prinz, terza donna a correre nella storia della  classe intermedia dopo Elena Rosell e Katja Poensgen. La tedesca dalla chioma bionda, che per l’occasione condivide il box con Anthony West (21° al termine della FP1), prende parte al nono appuntamento del motomondiale in qualità di wild card con la Speed Up del team QMMF Racing Team. Per la campionessa di Endurance, attualmente partecipante al campionato SBK in Qatar, il distacco dai primi supera i tre secondi.

Da registrare le numerose cadute nella sessione inaugurale di libere, protagonisti senza conseguenze Pasini, Simon, Cortese e Zarco.

 

Categoria: 

Articoli che potrebbero interessarti