Tu sei qui

SBK, Aprilia attacca e pensa al gioco di squadra

Guintoli a -43 da Sykes. Melandri, nonostante l'incidente di Portimão, potrebbe aiutarlo

Alla vigilia del nono round del campionato SBK, 43 punti separano Tom Sykes da Sylvain Guintoli nella classifica iridata. Considerando che ne restano in palio 250, la Casa di Noale ha davanti a sé una strada difficile, ma non impossibile, da percorrere per riconquistare il titolo piloti. Discorso diverso per quanto riguarda Marco Melandri, abbattuto dal compagno di squadra in Portogallo quando i due sembravano avviati verso una comoda doppietta, ora a 92 lunghezze dal campione in carica e quasi certamente fuori dai giochi.

GIOCO DI SQUADRA? – A Portimão, il capo del Reparto Corse Aprilia Romano Albesiano ha rivelato come non ci fossero ordini di scuderia ma, alla luce dei conteggi di cui sopra, le cose potrebbero cambiare. "Non ho più nulla da perdere quindi attaccherò dal primo all'ultimo giro per dimostrare quale sia il mio vero valore", ha dichiarato alla vigilia della trasferta americana Melandri, apparso abbastanza restio all'idea di aiutare il compagno di squadra dopo l'incidente durante la gara scorsa.

A fargli cambiare idea potrebbe essere la situazione contrattuale. Il ravennate ha delle opzioni (che Albesiano ha definito "forti da entrambe le parti") per il rinnovo nel 2015, ma visti i dubbi di Aprilia sul futuro della SBK potrebbe trovarsi a fronteggiare ancora una volta una situazione scomoda. Un gesto di lealtà nei confronti della "maglia", d'altro canto, potrebbe cementare definitivamente il rapporto tra lui e la squadra.

LOTTA SENZA QUARTIERE – È curioso notare come le due squadre maggiormente in lizza per il titolo piloti e costruttori siano anche quelle che hanno avuto più problemi a gestire la convivenza dei due piloti. Se nel caso di Aprilia quanto successo rappresenta un caso isolato (ma a Sepang fu Melandri a rischiare il contatto in staccata con il compagno), lo stesso non si può dire per quanto riguarda Kawasaki. Sykes e Baz sono ai ferri corti fin dalla prima gara in Australia, e a Sepang (quando il francese è caduto alla seconda curva, trascinando con sé il compagno di squadra ed Alex Lowes) la tensione ha superato i livelli di guardia.

Una speranza in più per Aprilia, che non può contare solo sui propositi offensivi di Guintoli. "Come in Portogallo, dovremo attaccare per tenere aperto il campionato. Al momento, solo questa attitudine ci può aiutare", ha dichiarato il francese, che però nelle ultime due stagioni ha fin qui raccolto 3 vittorie contro le 16 di Sykes. La costanza di Guintoli (in pole a Laguna Seca lo scorso ma due volte quinto in gara) è appurata, ma servirà qualche "colpo da maestro", sopra le righe, per tenere aperti i giochi.

Quali sono i vostri pronostici? Scriveteci QUI!

Categoria: 

Articoli che potrebbero interessarti