Tu sei qui

Sei classi in pista per Polini a Viterbo

Quarto appuntamento stagionale su una pista bella e tecnica già teatro del secondo round

Sei classi in pista per Polini a Viterbo

Un circuito reinserito nel calendario in sostituzione della gara di Latina, ancora soggetta all’inagibilità tecnica in quanto in attesa di riomologazione FMI dopo il tragico incidente che ha visto coinvolto l’indimenticabile Romboni.

Ad attendere il circus della Polini un weekend afoso, con alte temperature ed un caldo sole estivo. Una pista bella, ma allo stesso tempo tecnica, con una lunghezza totale di 1300 metri e due importanti rettilinei di 170 metri ciascuno, 10 curve a destra e 6 a sinistra.

Ancora una volta tanto spettacolo e colpi di scena per le sei categorie del trofeo che, dopo le prove libere e cronometrate del mattino, ha visto il via delle due manche di gara nel primo pomeriggio.

Pit Bike - Ad aprire le danze sono state, come di consueto, le Pit Bike. Se a Pomposa era stato Lorenzo Pirrè a salire sul gradino più alto del podio con due fantastiche vittorie, questa volta è stato Gianluca Cuttitta ad avere la meglio. Gara 1 davvero combattuta, con sorpassi continui e passaggi al limite: nessuno si è tirato indietro dalla sfida per la vittoria, che è stata messa in tasca dal leader in carica, seguito da Pirrè e da Gabriele Camorcia. Grandi sfide anche in Gara 2, dove la lotta per la vittoria è stata una questione tra Cuttitta, Camorcia ed Armando Pontone, che ha colto l’occasione della gara di Viterbo come allenamento per il Trofeo Honda Moto3, dove attualmente occupa la prima posizione. Tra i tre si è scatenato l’inferno, soprattutto nell’ultimo giro, dove ad avere la meglio è stato Camorcia, davanti a Pontone e Cuttitta.

Sul podio di fine giornata: Camorcia, Cuttitta, Pontone.

70 Evolution Open - Niente da fare. Anche in questo quarto appuntamento è stato il Team Polini a lasciare la firma con le incredibili performance di Matteo Tiraferri, Filippo Corsi e Nicolò Castellini.

In Gara 1, Corsi e Tiraferri sono stati protagonisti di una lotta serratissima per la prima posizione, che li ha visti duellare spalla a spalla per tutti e dodici i giri. A vincere, anche se con un vantaggio minimo, è stato Corsi, che è riuscito a mantenere saldo il comando della gara negli ultimi giri. Terza posizione per Domenico Passanisi, davanti al terzo ufficiale Polini, il giovanissimo Castellini. Problemi per Nico Morelli, direttamente dalla categoria 100 Big: dopo i primi giri alla rincorsa di Tiraferri e Corsi, il livornese è inceppato in problemi tecnici che l’hanno costretto al ritiro.

Sfide al cardiopalma anche in Gara 2, dove ancora una volta Corsi e Tiraferri hanno creato l’abisso con gli altri piloti. Tiraferri non ha permesso a Corsi di respirare, serrandogli l’attacco a metà gara, quando però, passato in prima posizione, è stato subito protagonista di una scivolata che lo ha visto uscire dai giochi per la vittoria, chiudendo sesto. Libero da ogni pressione, Corsi è così andato tranquillo verso il traguardo, conquistando la seconda vittoria di giornata. Seconda posizione per Castellini, seguito da Luca Zani, Paolo Gabellini e Domenico Passanisi, che hanno completato la top five della seconda manche.

Sul podio di fine giornata: Corsi, Castellini, Tiraferri.

70 Evolution Monomarca - Grandi sfide anche nella categoria 70 Evolution Monomarca, dove Marco Moroni ha stradominato in entrambe le manche di gara, interpretandosi leader di questo quarto appuntamento stagionale.

Con un netto vantaggio accumulato giro dopo giro, Moroni ha fatto sua la vittoria sia in Gara 1, che in Gara 2, dove è stata lotta accesa tra Alessio Tarabella e Filippo Tognarelli per la seconda e la terza posizione.

“Solo” quinto tempo finale in entrambe le manche per il leader di campionato Alessandro Fabbri, che non è riuscito ad inserirsi nel gruppetto di testa per la lotta della top three.

Sul podio di fine giornata: Fabbri, Tarabella e Picciallo.

Vespa 135 - Se a Pomposa l’ospite speciale del Team Polini era stato il bresciano Gianluigi Scalvini, pilota del Mondiale Velocità negli anni Novanta, a Viterbo è stata la volta di Nazzareno Lumina, giovane ventenne con l’importante esperienza maturata nel Campionato Italiano Velocità e nel Campionato Spagnolo. Due importanti scenari, grazie ai quali è riuscito a mettersi in luce nel panorama nazionale. A Viterbo è stato lui la star delle Vespe, riuscendo a mettere dietro quello che sembrava “l’imbattibile” Matteo Piacentini. Una vittoria secca la sua, netta, spettacolare, precisa, e soprattutto senza sbavature. In Gara 1 il leader di campionato non ha potuto fare nulla, se non guardargli le spalle e seguirlo giro dopo giro. Anche in Gara 2 la lotta è stata serratissima, con Piacentini costantemente tallonato da un Lumina in formissima, in grado di disegnare staccate al limite con decisione, ma alla fine il bergamasco ha dovuto accontentarsi della seconda piazza. Terza posizione rispettivamente per Marco Leaso e Mauro Bigarella nella prima e nella seconda manche di gara.

Sul podio di fine giornata: Piacentini, Lumina e Leaso.

70 Evolution Amatori - Sfide e lotte serrate per la categoria Amatori, che arriva a Viterbo con Elia Angeli e Andrea Modena in sfida per la leadership di campionato con soli quattro punti di distacco.

In Gara 1, dopo esser rimasto al comando per metà corsa, Gabriele Beghelli si è visto portare via la prima posizione da Roberto Pagliaccia. Terza posizione per Modena, che ha portato a casa i primi punti della giornata, importantissimi per la classifica di campionato.

Se nella prima manche Angeli aveva chiuso con un’insipida sesta posizione, in Gara 2 è tornato a dare del filo da torcere, diventando protagonista di una bella lotta per la top three insieme a Beghelli e Modena. I tre si sono sfidati con passaggi e sorpassi, con Modena che ha tagliato per primo il traguardo, seguito da Angeli e Beghelli. Un doppio risultato per Modena, che è così topassa primo anche in classifica di campionato, con sette punti di vantaggio su Angeli.

Sul podio di fine giornata: Modena, Beghelli e Pagliaccia.

100 Big Open - In Gara 1 due ufficiali Polini in pista nella categoria 100 Big Open. A fare da spalla a Julien Vitali è sceso in pista Matteo Tiraferri, che ha dettato il ritmo sin dal primo giro, registrando giri veloci uno dopo l’altro. Nella prima manche di gara, Tiraferri è stato protagonista assoluto, portando il suo mezzo ufficiale sul primo gradino del podio, conquistando la vittoria di giornata con naturale semplicità. Secondo tempo per Nico Morelli, seguito da Stefano Scribano, Julien Vitali e Adriano Sisti.

In Gara 2 le carte si sono rimischiate, con Scribano e Morelli in lotta per la vittoria e Vitali, Sisti e Rota per la terza posizione. Ad avere la meglio è stato Scribano, che ha conquistato 25 importantissimi punti che lo confermano sempre più leader della classifica generale.

Sul podio di fine giornata: Scribano, Morelli e Tiraferri.

Così in campionato:

PIT BIKE 125cc 4T

1. Cuttitta 176; 2. Camorcia 152; 3. Pirrè 125; 4. Fabbri 114; 5. Lauro 81; 6. Caddeo 75; 7. Carminati 66; 8. Pontone 28; 9. Calce 26; 10. Mammi 16; 11. Grotto 15; 12. Zucchi 10; 13. Lumina 9; 14. Sisti 6.

SCOOTER 70cc EVOLUTION MONOMARCA

1. Fabbri 136; 2. Tognarelli 127; 3. Tarabella 127; 4. Picciallo 118; 5. Moroni 84; 6. Mancuso 62; 7. Parodi 60; 8. Ziarelli 22; 9. Serventi 0.

SCOOTER 70cc EVOLUTION OPEN

1. Corsi 180; 2. Tiraferri 170; 3. Gabellini 94; 4. Zani 89; 5. Passanisi 89; 6. Castellini 88; 7. Gurrieri 72; 8. Nuti 68; 9. Morelli 27; 9. Berlini 17.

VESPA CLASSIC 135cc

1. Piacentini 190; 2. Leaso 136; 3. Mammi 105; 4. Rutigliano 85; 5. Bigarelli 75; 6. Meneghetti 62; 7. Brunolaro 54; 8. Lumina 45; 9. Scalvini 41; 10. Bianchini 30; 11. Vitali 0.

SCOOTER 70cc EVOLUTION AMATORI

1. Modena 139; 2. Angeli 132; 3. Beghelli 102; 4. Pagliaccia 99; 5. Calce 82; 6. Penzo 77; 7. Frigè 72; 8. Novelli 65; 9. Protti 55; 10. Tentoni 49; 11. Ceriotti 43; 12. Inversini 39; 13. Schiappa 37; 14. Costa 29; 15. Girardi 23; 16. Rubino 14; 17. Loreto 11; 18. Nardini 11; 19. Rana 9; 20. Cecchi Rocchetti 8; 21. Cremonese 4; 22. Roberti 4; 23. Sfiller 1; 24. Alberti 0; 25. Cantarelli 0; 26. Bortignon 0; 28. Lamonaca 0; 27. Fusari 0.

SCOOTER 94 BIG OPEN

1. Scribano 169; 2. Vitali 122; 3. Morelli 119; 4. Righetti 78; 5. Mihael 78; 6. Rota 72; 7. Sisti 72; 8. De Carolis 60; 9. Tiraferri 50; 10. Pelle 42; 11. Bianchini 40; 12. Ciacci 37; 13. Zucchi 29; 14. Brignoli 18; 15. Buna 5.

 

Categoria: 

Articoli che potrebbero interessarti