Tu sei qui

SBK, STK1000: Savadori vince a Portimao

GARA - In condizioni altamente mutevoli, l'italiano conquista una vittoria che lo proietta in testa al campionato

Il suo soprannome è chiucchino, ma oggi Lorenzo Savadori ha superato cum laude l'esame di maturità di Portimao. In una pista con condizioni variabili estreme ed in continuo mutamento, con tratti bagnati ed altri asciutti, Savadori ha mostrato velocità, ma sopratutto maturità e grande lettura della gara.

Ha gestito le gomme nelle prime fasi, rimanendo tranquillo e facendo sfogare i suoi diretti rivali Lussiana, McFadden e Smith, per poi attaccare e involarsi verso la vittoria, quando le gomme dei suoi avversari sono calate.

Una vittoria che lo proietta perfino in testa al campionato con 83 punti, rispetto ai 79 di Leandro Mercado, oggi mestamente nono, ed in netta crisi di gomme. Una giornata storta quella degli alfieri del team Barni.

Se l'argentino, come detto, ha chiuso nono, Jezek ha compiuto la miseria di 20 metri. Allo start infatti, la moto del pilota ceco è rimasta piantata. Fortunatamente tutti i piloti sono riusciti a sfilare senza contatti e conseguenze. Una gara nel segno di casa Kawasaki, che piazza tre moto a podio.

Dietro Savadori, ecco Lussiana, autore di una gara coraggiosa e spettacolare, e McFadden. Quarto quindi Kyle Smith che, con la Honda, ha spinto molto nelle fasi iniziali, salvo poi trovarsi in debito di grip a metà gara. Ottima prestazione per Fabio Massei, autore di una corsa in rimonta conclusasi al sesto posto, e per Federico D'Annunzio, settimo al traguardo.

Gli altri italiani: 13esimo Sandi, 15esimo Butti, 17esimo Castellarin

Savadori: "Sono molto felice. Avevo un passo da paura sull'asciutto. Quando ho visto che pioveva, mi ero un pò demoralizzato. Però poi mi sono riuscito a concentrare e ho vinto. L'anteriore si chiudeva sempre, sopratutto agli ultimi giri, ma per fortuna è andata bene"

Lussiana: "Sono partito undicesimo perchè ieri ho avuto dei problemi con la frizione. La gara però è andata bene. In queste condizioni sono riuscito a partire bene e ho avuto un buon passo e alla fine Savadori mi ha passato, ma comunque un'ottima gara"

McFadden: "Ho fatto un ottimo lavoro, ho cercato di fare del mio meglio, e alla fine è uscito un bel podio".

CRONACA DI GARA


Tutto è pronto per la gara della Superstock 1000. Non piove ma la pista risulta ancora umida. 14 giri in tutto. Savadori in Pole davanti a Mercado e Smith

- Partenza valida: Tutti partono perfettamente, ma Jezek rimane piantato, probabilmente per la rottura della catena o della frizione. Fortunatamente tutti i piloti lo sfilano. Davanti a tutti c'è la Honda di Smith, davanti a Savadori, Lanusse e Lussiana. Proprio Lanusse supera Savadori, ma l'italiano risponde e torna in seconda piazza. Male Mercado, sesto, ma più o meno tutti stanno correndo in maniera interlocutoria.

- 13 giri la termine: Lussiana scatenato, si porta in seconda posizione, con terzo Savadori. Sempre primo Smith che ha già sei decimi di vantaggio. Una Honda e ben quattro Kawasaki nei primi cinque posti. Savadori sembra recuperare in maniera netta nel terzo settore, prima del curvone. Mercado nel frattempo attacca e supera Lanusse.

- 12 giri al termine: ai ferri corti McFadden e Savadori, con l'italiano che resiste in terza posizione. Smith e Lussiana hanno comunque preso un certo margine: 1.1 secondi su Savadori. McFadden prova esterno all'ultimo curvone verso Savadori, ma l'italiano, ancora una volta resiste.

- 11 giri al termine: nell'ultimo passaggio Lorenzo Savadori è stato il più veloce: 1'58.387. McFadden però lo supera alla curva cinque: ora l'italiano è quarto, e sta arrancando.

- 10 giri al termine: attacco di Lussiana su Smith che lo passa ancor prima della prima staccata. Ora il francese è in testa, con Kyle Smith secondo e McFadden terzo. Condizioni particolari con la pista che si asciuga. I primi tre sono racchiusi in un fazzoletto, con Savadori poco staccato a 1.5 secondi.

- 09 giri al termine: lungo di Lussiana alla Conca, e Smith ne approfitta, tornando in prima posizione. Ne beneficia anche McFadden che si porta in seconda piazza. McFadden scatenato, prova a superare Smith esterno all'ultima curva

- 08 giri al termine: Smith resiste agli attacchi della Kawasaki. Il problema ora è la pista: si sta asciugando e le gomme rain tendono a scaldarsi troppo. Attenzione a Massei che sta girando due secondi più forte di chi lo precede. Il romano è decimo al momento. Mercado invece rimane in sesta posizione.

- 07 giri al termine: Smith sembra in leggera crisi di gomme. Lo infilano sia McFadden che Lussiana.

- 06 giri al termine: Lussiana sul traguardo si riporta in prima posizione, superando McFadden, ma tutti sembrano leggermente sulle uova. Smith tenta un attacco su McFadden prima del discesone, ma a beneficiarne è Lorenzo Savadori, che si porta in terza piazza. Mercado intanto è sceso in settima posizione, davanti a Fabio Massei.

- 05 giri al termine: Sul traguardo, Massei passa Leandro Mercado. Savadori intanto passa in seconda posizione superando McFadden e subito dopo tenta l'attacco su Lussiana. Ora Savadori sembra più in forma. Avrà voluto risparmiare le gomme all'inizio?

- 04 giri al termine: alla Conca, lungo di Lussiana, e Savadori ne approfitta. L'italiano passa in testa. Ora vedremo se Savadori proverà lo strappo per scappare.

- 03 giri al termine: continua a perdere terreno Leandro Mercado, ora nono dietro Federico D'Annunzio. Savadori continua a guidare il gruppetto, con Smith che continua a perdere terreno.

- 02 giri al termine: Savadori sembra aver preso margine, sei decimi per l'esattezza su Lussiana. Intanto Massei supera anche Lanusse e si porta in sesta posizione

- Ultimo giro: Passerella finale per uno splendido Savadori che vince con intelligenza e velocità il round di Portimao. Secondo Lussiana, terzo McFadden, davanti a Smith, Day, Massei, Lanusse, D'Annunzio e Mercado che chiude in nona posizione.

Categoria: 

Articoli che potrebbero interessarti