Tu sei qui

SBK, Warm Up: Sykes il migliore anche al mattino

Dopo la Superpole, il campione del mondo si riconferma. Secondo Rea, Melandri quarto

Il warm up, sopratutto con il regolamento del rolling chassis, è oramai diventato un momento dove controllare che ogni vite della propria moto sia al posto giusto, un veloce check-up in vista della gara.

Un pilota però rimane un pilota, ecco quindi che Tom Sykes ha deciso di non lasciare la vetta nemmeno nel warm-up, dopo la Superpole conquistata ieri. 1'46.318 il riferimento cronometrico del campione del mondo in carica, che precede di un soffio Johnny Rea con la sua Honda CBR1000RR.

Il nord-irlandese accusa un ritardo di 59 millesimi per l'esattezza. Terza piazza per la Suzuki di Eugene Laverty che, in questo primo mattino, ha stampato un riferimento cronometrico di soli due decimi peggiori del suo "best lap" stabilito in Superpole. 1'43.464 il limite del portacolori di Hamamatsu, in grado di precedere Marco Melandri con la sua Aprilia (+0.202) e la seconda Suzuki di Alex Lowes (+0.263).

Sesta posizione in classifica per Davide Giugliano con la Ducati Panigale che in questo warm-up, dopo le delusioni finora incontrate in questo fine settimane, si è avvicinato, in termini di distacchi, alla vetta. Il romano, come anche Melandri, ha anche provato un cambio gomme alla fine del turno, considerando come il cielo minacci pioggia in maniera preponderante.

Settima posizione per Sylvain Guintoli con la seconda Aprilia, che accusa un ritardo di 357 millesimi di secondo. Se tra il primo ed il settimo ci sono quindi tre decimi di distacco, lo stesso si può dire tra settimo e ottavo, posto occupato da Loris Baz (+0.610), a precedere Leon Haslam e Chaz Davies.

La migliore delle EVO la ritroviamo in 11esima posizione, con la prestazione di David Salom - 1'44.326 - a precedere Canepa (1'44.410) e la Factory di Toni Elias. Non prenderà parte alla gara Claudio Corti, dichiarato unfit to race. Il comasco proverà a tornare a Laguna Seca.

Categoria: 

Articoli che potrebbero interessarti