Tu sei qui

SBK, Portimão: armi affilate per Melandri

"Macio" migliore nel T1: "Sorpassi in rettilineo e prima staccata". Giugliano: "Posso solo migliorare"

La Superpole non è solitamente terreno di caccia per Marco Melandri, nettamente più a suo agio in gara che in qualifica. Nonostante questo, il ravennate ha ottenuto a Portimão un quarto posto (+0.554) che lo lascia ben sperare per le manche di domani, dove proverà ad estendere la striscia di podi consecutivi attualmente a quota quattro.

"Sapevo che sarebbe stata una Superpole serrata, su questo circuito è difficile fare la differenza e molti piloti hanno dimostrato di poter essere veloci – ha detto "Macio" – La prima fila sarebbe stata ideale, ma il quarto posto in griglia non è comunque male ed abbiamo lavorato bene sul passo".

Soprattutto perché Melandri ha una strategia chiara da seguire. "Su questa pista non è facilissimo sorpassare. Non è difficile come a Misano, ma nemmeno facile. Il posto più sicuro è il rettilineo finale e la prima staccata, abbiamo lavorato sull'assetto anche in funzione di questo", ha osservato. Cronologici alla mano, il T1 è infatti il settore dove fa maggiormente la differenza.

Meno sicuro di sé Davide Giugliano, tra i clienti più ostici sul giro secco  ma relegato all'ottava posizione (+0.833) in quella che è stata la sua qualifica più difficile dell'anno. Il ducatista ha limato circa un secondo e mezzo rispetto a ieri, senza però trovare particolari aiuti dalla gomma da qualifica, con la quale è stato solo un decimo più rapido che con quella da gara.

"Ho provato a fare il secondo giro con la gomma da qualifica ma non ci sono riuscito...La gomma posteriore spingeva tanto sull’anteriore e la moto impennava molto e questo ci penalizza in una pista con tanti saliscendi come questa di Portimao – ha ammesso candidamente il romano – A dire il vero abbiamo fatto fatica. Il nostro meglio oggi corrisponde all’ottavo posto. Abbiamo fatto tante modifiche nelle sessioni di oggi e abbiamo visto un miglioramento, purtroppo non ancora sufficiente per poter combattere per le prime posizioni. Domani possiamo fare solo meglio".

Categoria: 

Articoli che potrebbero interessarti