Tu sei qui

SBK, Stock 600: Faccani domina Portimao

GARA - Bel duello per la seconda posizione tra Tessels e Caricasulo. Buon sesto Tucci, sorprende Zaccone nono

Veni, vidi, vici. Marco Faccani, ancora una volta, conquista la vittoria in questa stagione di Stock600. Una vittoria "alla Faccani" verrebbe da dire: un dominio assoluto, dal secondo all'ultimo giro, con la calma di chi sa di avere margine.

Guida pulita, grande staccata e passo inarrivabile. Queste le armi del portacolori del team Italia che chiude con un vantaggio di 4 secondi sulla coppia Tessels-Caricasulo.

Tra il portacolori Suzuki e il giovane italiano su Honda è stata lotta aperta nell'ultimissimo giro, con sorpassi e controsorpassi di ottima fattura. Gruppo compatto per il quarto posto, con Mikhalchik, Bodis e Tucci in piena lotta, seguiti da Nestorovic e Lahti.

Ottima nona piazza per Zaccone, partito 20esimo ed in grado di girare negli ultimissimi passaggi come Faccani. 12esimo Salvadori, 14esimo Casalotti e 15esimo De Gruttola gli altri italiani a punti.

Le parole dei protagonisti nel parco chiuso:

Faccani: "Una gara perfetta, all'inizio attendevo, ma poi sono riuscito a fare il vuoto. Era difficile, più di quanto sembrasse"

Tessels: "Ho avuto un piccolo problema con la gomma posteriore all'inizio. Non avevo tanto grip, quindi Marco è passato ed è scappato. Peccato"

Caricasulo: "Mannaggia: mi sono quasi addormentato all'ultimo giro. Ero convinto ne mancassero due-tre. Avevo tanti problemi di grip, è stato difficile, perciò va bene cosi. Son contento, a Portimao un podio va benissimo"


CRONACA DI GARA


Tutto pronto per il via del Gran premio di Portimao classe Stock600

- Partenza valida con Caricasulo che si inserisce in testa, quasi toccandosi con Faccani che è costretto ad allargare. Tessels transita secondo, ma c'è un incidente veramente brutto alla prima staccata: Manfredi,letteralmente volato in aria, Santoro e Zeelen. Spavento, ma tanta fortuna.

- 11 giri al termine: Caricasulo transita in testa, con quattro decimi su Tessels, seguito a ruota da Faccani che sembra controllare. Lo stesso Faccani passa subito il pilota Suzuki, e mostra una certa superiorità anche verso  Caricasulo. Detto fatto, prima del discesone Faccani attacca il suo rivale. Un attacco molto bello e deciso, segno della superiorità odierna di Faccani.

- 10 giri al termine: Caricasulo ha una Honda molto veloce, ma Faccani è letteralmente superiore in frenata. Molto veloce intanto Zaccone, che cerca il recupero dalla 14esima piazza. Scorrendo la classifica, Tucci è sesto, il duo finlandese Lahti e Tuuli in nona e decima piazza.

- 09 giri al termine: Faccani guadagna un seconod su Caricasulo: 1'48.766 il riferimento del pilota del team Italia, contro 1'49.670 quello del pilota Honda. Gira meglio Tessels di un decimo. Tucci rimane sesto, Salvadori decimo, Zaccone sale 12esimo

- 08 giri al termine: Faccani tiene il vantaggio su Caricasulo che, a sua volta, ha preso quattro decimi su Tessels. Grande recupero di Tucci che rischia la caduta: la sua Kawasaki sbaccehtta pesantemente nel discesone: recupero miracoloso.

- 07 giri al termine: I primi tre girano in 1'49: Faccani prende un altro decimo a Caricasulo che a sua volta ne guadagna un altro su Tessels.  Curiosità: Bodis con la Honda arriva in frenata a far fumare....lo stivale! Tucci rimane sesto, Salvadori 11esimo e Zaccone 12esimo

- 06 giri al termine: E'lotta aperta per la medaglia di legno: Bodis, Mikhalchik e Tucci si contendono il quarto posto, con la prima posizione di Faccani al sicuro con ben 2.1 secondi di vantaggio. Tucci prende intanto la quarta posizione, e Zaccone sale in 11esima, davanti a Salvadori.

- 05-04 giri al termine: Faccani continua a gestire la situazione. Il distacco è oramai importante arrivando a oltre 3 secondi. Dietro Caricasulo è in apnea, in lotta con Tessels. Il gruppo compatto lotta invece per la quarta posizione, con Bodis tornato in cima, davanti a Tucci. Zaccone sale in decima piazza, con Salvadori 12esimo e Casalotti 14esimo

- 03-02 giri al termine: attenzione a Zaccone che, in decima piazza, ha girato in 1'50.1, un secondo meglio di tutti i suoi diretti rivali. Peccato per i problemi tecnici che lo avevano tarpato in qualifica, facendolo partire 20esimo. Nel frattempo, lungo di Lahti. Importante la lotta tra Caricasulo e Tessels. Zaccone intanto ha preso Puffe e superato

- Ultimo giro: alla prima staccata bell'attacco di Tessels che supera Caricasulo. Lotta importante per il titolo. Alla curva 5 Caricasulo approfitta del leggero lungo di Tessels, ma il pilota Suzuki ci riprova interno. Caricasulo è una furia e resiste. Lotta continua, con Tessels che alla staccata dopo si infila dentro. Ora c'è solo l'ultimo curvone per l'italiano, mentre Faccani arriva a tagliare il traguardo, conquistando la vittoria dominando. Secondo Tessels, terzo Caricasulo. quarto Mikhalchik, poi Bodis, Tucci, Nestorovic, Lahti, Zaccone nono, girando in 1'50.2 all'ultimo giro come Faccani, poi Puffe, Rouse, Salvadori 12esimo, Pittet, Casalotti 14esimo e De Gruttola 15esimo.

Categoria: 

Articoli che potrebbero interessarti