Tu sei qui

SBK, WSS: Sofuoglu si prende la pole a Portimao

QP: Il turco braccato da Michael van der Mark e Jules Cluzel. Miglior italiano De Rosa, quinto

Portimao, circuito tecnico e complesso, ha messo in mostra le doti di quelli che, a tutti gli effetti, sono i grandi protagonisti di questa stagione Supersport: Kenan Sofuoglu, van der Mark e Jules Cluzel.

Poco più di un decimo tra i tre, con il turco, sfortunato protagonista nella prima parte della stagione, a conquistare una Pole position combattuta ma perentoria.

Se da un lato infatti, il margine sul secondo, Michael van der Mark, è di soli 78 millesimi di secondo, dall'altro Sofuoglu è stato l'unico a scendere sotto il muro dell'1'46, fermando il cronometro in 1'45.924.

Terza piazza dunque per Jules Cluzel con la MV Agusta F3 (+0.165), tornato nei piani nobili della classifica verso la fine del turno, ed in grado di mettersi dietro Jack Kennedy (+0.386), Raffaele De Rosa (+0.667) e Lorenzo Zanetti (+0.708), tutti e tre con la Honda CBR600RR.

Settima piazza per Kev Coghlan con la Yamaha R6, davanti al duo Kawasaki Intermoto, con un Patrick Jacobsen sempre più convincente rispetto a Florian Marino. Decima posizione per Massimo Roccoli ultimo pilota ad accusare un ritardo inferiore al secondo.

L'italiano è stato anche autore di una manovra "evasiva" d'emergenza quando si è trovato in traiettoria a velocità estremamente ridotta Rattarpark Wilairot, sfilato di un soffio.

Roccoli apre un poker di italiani con Tamburini 11esimo, Rolfo 12esimo e Bussolotti 13esimo. Gli altri italiani: Menghi 16esimo, Baldolini 17esimo, Marconi 18esimo, Gamarino 19esimo e Nocco 21esimo, autore di soli 3 giri per la rottura del motore.

SUPERSTOCK 1000 - Lorenzo Savadori conquista la Pole position sul circuito di Portimao proprio nelle battute finali di questa sessione ufficiale di qualificazione. L'italiano, portacolori del team Pedercini, ha chiuso in 1'46.802, staccando Leandro Mercado di 115 millesimi e Kyle Smith di 186.

Stupisce quindi il giovane britannico in sella alla Honda CBR1000RR, che riesce a mettersi dietro Ondrej Jezek con la seconda Ducati del team Barni (+0.320), ed il duo Kawasaki McFadden e Lanusse, rispettivamente a +0.930 e +1.042.

Scorrendo la classifica, in nona posizione troviamo Federico D'Annunzio (+1.300), a precedere l'altra BMW S1000RR HP4 di Sandi (+1.362). Solo dodicesimo Fabio Massei (+1.527). 16esimo Butti (+3.336) davanti a Remo Castellarin

Categoria: 

Articoli che potrebbero interessarti