Tu sei qui

SBK, WSS: Vd Mark prenota la Pole position

FP3 - In Superstock1000 la Pole va a Savadori. Tra le stock600, Tessels ruba la Pole a Faccani

La mattinata della Supersport, preludio delle prove ufficiali di qualificazione, continua a mostrare due protagonisti al vertice della classifica: Michael Van der Mark e Kenan Sofuoglu. Entrambi veloci, entrambi in grado di scendere sotto il muro del minuto e 46 secondi. A spuntarla, sotto la bandiera a scacchi è stato l'olandese capoclassifica con il riferimento di 1'45.659, 80 millesimi meglio di Sofuoglu, autore anche di una caduta a circa 10 minuti dal termine della sessione. Terza posizione per Jules Cluzel, che chiude in 1'46.236.

Il francese ha mostrato la consueta grinta, ma ha evidenziato qualche piccolo problema di ciclistica di troppo, con un mono posteriore che tendeva a sedersi un pò troppo, e sopratutto, una certa ruvidezza del cambio. Ciò nonostante, Cluzel chiude la prima fila provvisoria, lanciandosi come uno dei protagonisti di qualifche e gara.

Quarta piazza per Jack Kennedy, staccato di 614 millesimi dalla vetta, davanti alla Yamaha di Kev Coghlan (+0.681) che precede a sua volta il nostro Massimo Roccoli. Il portacolori MV Agusta continua il suo apprendistato con una moto non proprio identica all'esemplare utilizzato nel CIV, mostrando un miglioramento continuo, aiutato anche dallo stesso Cluzel con cui ha condiviso un paio di uscite in pista per notare meglio le traiettorie. A seguire è ancora Italia con Raffaele De Rosa (+0.816), Lorenzo Zanetti (+0.818) e Marco Bussolotti (+0.884) tutti in sella alla Honda CBR600RR. A scorrere la classifica, troviamo in 13esima, 14esima e 15esima posizione Tamburini e Rolfo con la Kawasaki, e Marconi, subentrato a Russo in seno al team Lorini. 17esima piazza per Alex Baldolini, con la MV F3 ex ParkinGO (da cui ha ereditato tutte le strutture), a precedere Covena, Fabio Menghi, Christian Gamarino 20esimo, e Alessandro Nocco in 22esima.

SUPERSTOCK 1000 - Lorenzo Savadori ha compiuto la sua rimonta. Il portacolori del team Pedercini aveva cominciato il week-end con un ritardo di 1.3 secondi dalla vetta, migliorandosi continuamente sessione dopo sessione. 1'46.160 il riferimento cronometrico dell'italiano che stacca di ben 467 millesimi di secondo Leandro Mercado con la Ducati del team Barni e la Kawasaki di Lussiana, staccata di 542 millesimi di secondo. Sembra leggermente più in crisi Ondrej Jezek dopo la caduta di ieri, che lo relega a +0.752 da Savadori. In ritardo anche Fabio Massei che, con la Ducati Panigale del team EAB Racing, chiude in ottava piazza davanti a Federico Sandi.

SUPERSTOCK 600 - Dopo il dominio di ieri di casa Italia, oggi i nostri portacolori sono stati un pò ridimensionati, in attesa della gara del pomeriggio. Pole position per Wayne Tessels con la Suzuki, a precedere proprio il nostro Marco Faccani per soli 23 milleimi.
Terza piazza per Nestorovic, davanti a Federico Caricasulo, staccato di sette decimi dalla vetta, a precedere i finlandesi Tuuli e Lahti. Settima piazza per il secondo portacolori Kawasaki del team Italia Tucci, con un ritardo di 1.082 secondi dalla vetta.

Categoria: 

Articoli che potrebbero interessarti