Tu sei qui

MotoGP, UFFICIALE: Rossi con Yamaha fino al 2016

VIDEO. Rinnovo per altri due anni. Valentino: "obiettivo raggiunto". Jarvis: "con noi si diverte"

L’annuncio ufficiale è finalmente arrivato. Era nell’aria da tempo, sia Rossi che Yamaha erano settimane che ripetevano che c’era ormai solo qualche dettaglio da sistemare ma tutti i punti chiave erano stati risolti. Oggi il comunicato ufficiale: Valentino ha rinnovato con la Casa giapponese per altri due anni, correrà in MotoGP con la M1 fino a fine 2016.

Un traguardo importante, significa che il Dottore farà ancora parte del Circus, che a 35 anni non ne ha ancora abbastanza e si sente pronto a scrivere altri capitoli di un libro già ora lunghissimo e pieno di successi. Con tutta probabilità saranno le ultime due stagioni per il Valentino pilota, ma ci sarà tempo per pensarci. Intanto Yamaha ha già detto che lo vorrà con lei anche quando deciderà di appendere tuta e casco al chiodo.

Valentino Rossi ha commentato: “sono molto felice di annunciare che ho firmato un nuovo contratto con Yamaha per continuare insieme in MotoGP per altri due anni. Sono molto orgoglioso di questo annuncio, è molto importante per me perché mi sto divertendo a lavorare con tutti i ragazzi della squadra, sia i giapponesi che gli europei che sono stati con me per quasi tutta la mia carriera. È bellissimo perché era il mio obiettivo, volevo continuare, mi sento bene e sono motivato a dare ancora il mio meglio. Sono molto contento di potere continuare a guidare la mia M1 che è stato il mio amore per molti anni, lo è quest’anno e lo sarà per i prossimi due. Un grande ‘grazie’ a tutti, continuerò a dare il massimo per arrivare davanti e fare delle belle gare.Buon divertimento!”.

Lin Jarvis, managing director, ha aggiunto: “sono molto felice di avere raggiunto un accordo con Valentino per il 2015 e il 2016. Dal suo ritorno in Yamaha nel 2013, l’esperienza è stata molto positiva per tutti quanti sono coinvolti. Dopo due anni difficili ‘lontano da casa’ Valentino è tornato lo scorso anno non solo da noi ma anche dalla sua amata M1. I tifosi in tutto il mondo sono stati velici di vederlo ritrovare la sua competitività e ritornare a divertirsi in sella”.

Il ‘fattore divertimento’ è cruciale per Valentino per ottenere buoni risultati, infatti quando si unì a noi nel 2004 una delle motivazioni più importanti per il suo passaggio a Yamaha era stato quella di creare un ambiente dove potere divertirsi correndo. Il suo piacere è ovvio per tutti quelli che lo incontrano in un GP o lo vedono in TV e riflette gli eccellenti risultati in questa stagione in cui è secondo nel mondiale. Non vediamo l’ora di passare i prossimi due anni e mezzo insieme ed è nostra intenzione che Valentino rimanga con noi fino alla fine della sua carriera agonistica e oltre”.

Categoria: 

Articoli che potrebbero interessarti