Tu sei qui

News Prodotto, Estrosi, no alle bandiere 'straniere'

L'ex pilota, oggi sindaco di Nizza, ha vietato i caroselli in piazza durante la Coppa del Mondo

Chi l'ha detto che i motociclisti sono tutti degli esagitati, sia da giovani che in età matura? Prendiamo per esempio il distinto signore alla sinistra dell'ex Presidente della Repubblica francese, Nicolas Sarkozy, lo riconoscete? Ma sì, dai, sforzatevi un po', è proprio lui: Christian Estrosì, un bravo pilota che a cavallo fra la fine degli anni '70 e gli '80 si è distinto in 250 alla guida di Kawasaki, Yamaha e Pernod arrivando perfino 4° assoluto nella difficilissima (e pericolosissima) pista di Spa-Francorchamps.

Dopo aver smesso di correre Christian si è dedicato alla carriera politica arrivando ad essere anche ministro, e sindaco di Nizza.

Ve lo abbiamo ricordato perché in questi giorni ha fatto emetterei una ordinanza che vieta l'ostentanzione di bandiere straniere nel centro della città di Nizza.

Un rigurgito xenophobo? Macché è semplicemente una reazione, evidentemente, ad un eccesso di esuberanza da parte di coloro i quali, evidentemente in modo un po' eccessivo, si recano nelle piazze della cittadina della Costa Azzurra per festeggiare le vittorie in Coppa del Mondo.

Estrosi ha vieto gli sbandieramenti dalle ore 18 alle 4 del la mattina, e questo, fino alla fine della Coppa del mondo, domenica, 13 luglio.

Ovviamente se la Francia vincerà la sfida agli ottavi di finale con la Nigeria supponiamo che i caroselli in piazza con il tricolore saranno permessi.

 

Categoria: 

Articoli che potrebbero interessarti