Tu sei qui

Moto3, Miller a forza quattro ad Assen

L'australiano siglia la quarta pole stagionale precedendo Marquez, 5° Antonelli, 9° Fenati, 12° Bastianini

Ha dovuto aspettare quattro gare per rivedere la prima casella in griglia. Jack Miller ci ritorna, firmando la quarta pole position stagionale nel Gran Premio di Assen, grazie al tempo di 1’42”240. Il pilota australiano, autore del nuovo giro più veloce, abbassa di oltre un decimo il miglior tempo ottenuto nelle libere da Bastianini, soffiandola per 116 millesimi allo spagnolo Marquez. Soddisfatto in volto l’alfiere della KTM: “E’ stata dura, però andato tutto bene – sottolinea l’australiano - sarà sicuramente una gran lotta in vista della gara, però penso di avere il passo giusto per provare a scappare nel corso dei primi giri”. L’attuale leader del mondiale sottolinea quindi le difficoltà incontrate in qualifica. Come dargli torto, viste le continue variazioni meteo che infastidivano le scelte dei piloti.

Se Miller sorride, la seconda posizione di Alex Marquez e la Honda ha il sapore di una beffa. Il pilota spagnolo, che sulla pista olandese puntava a bissare la pole di Barcellona, si è visto soffiare proprio all’ultimo la prima casella dall’avversario. A chiudere la prima fila la Husqvarna di un sorprendente Niklas Ajo, staccato di soli 74 millesimi dall’iberico.

Dopo la prestazione super nel secondo turno di libere, nelle qualifiche di Assen tutti si aspettavano la replica di Enea Bastianini. Questa volta il riminese della KTM deve accontentarsi del dodicesimo tempo, a oltre mezzo secondo dalla vetta (+0.582). A tenere alti i colori italiani ci ha quindi pensato il suo compagno di squadra, Niccolo Antonelli (+0.275), autore della quinta posizione alle spalle del francese Masbou (+0.218). Una prestazione che sottolinea la crescita dell’alfiere KTM, che sulla pista olandese nutre speranze di rivincita.

Nella top ten si inserisce con il nono tempo anche Romano Fenati (+0.354), preceduto da Rins (+0.324), Viñales (+0.339)  e Hanika (+0.342). Fuori dai primi dieci a sorpresa Efren Vazquez (+0.708) e la Honda, soltanto quindicesimo. Una gara in salita per il pilota spagnolo, attualmente terzo nella classifica iridata del mondiale.

Qualifiche molto combattute, con ben diciotto piloti racchiusi in un secondo. Per quanto riguarda gli altri italiani, Bagnaia risale in 19^ posizione, seguono gli alfieri Team Italia, con Locatelli e Ferrari rispettivamente 22° e 24°, mentre Tonucci 28°.

Da sottolineare le cadute senza conseguenze dell’olandese Van Leeuwen e il malese Khairuddin.

 

Categoria: 

Articoli che potrebbero interessarti