Tu sei qui

MotoGP, Ducati ad Assen: obiettivo dimezzare il gap

Dovizioso: "lo scorso anno gara molto difficile". Crutchlow: "la pista mi piace e sono ottimista"

Sarà Assen il prossimo terreno di prova per la Ducati e i suoi piloti che dovranno continuare a stringere i denti e cercare di ottenere il massimo con il materiale a disposizione. Neanche per il round olandese sono attesi aggiornamenti degni di nota e l’obiettivo sarà riuscire a compiere un passo avanti con la Gsmosedici che verrà.

Intanto bisognerà fare i conti con Assen, dove lo scorso anno i ducatisti avevano sofferto molto. Il guidato tracciato olandese mette infatti in risalto i limiti della moto bolognese e cercare di ridurre il gap dai primi è l’unico traguardo realistico a cui i piloti possono puntare.

Assen è una pista molto particolare a causa del suo layout ed anche del meteo che normalmente troviamo durante il weekend di gara – spiega Andrea Dovizioso - Per noi lo scorso anno la gara è stata molto difficile però, dopo il risultato che abbiamo ottenuto a Barcellona, dove abbiamo dimezzato il gap dai primi rispetto al 2013, speriamo di continuare con questo trend positivo anche in Olanda”.

Cal Crutchlow vorrebbe innanzitutto un gara ‘normale’, senza i problemi tecnici che lo hanno spesso condizionato in questa prima parte di stagione. “Il tracciato di Assen è sicuramente uno di quelli che mi piacciono di più – le sue parole - Lo scorso anno ho fatto una bellissima gara, dopo aver ottenuto la mia prima pole position, ed alla fine sono salito sul podio insieme a Rossi e Marquez. Anche se il mio campionato, fino ad oggi, è stato abbastanza difficile, vado ad Assen con rinnovato ottimismo, pronto ad impegnarmi al massimo per ottenere un buon risultato”.

Categoria: 

Articoli che potrebbero interessarti