Tu sei qui

SBK, STK1000: Savadori domina a Misano

Prima vittoria stagionale dell'italiano, che approfitta della bandiera rossa a quattro tornate dal termine

Una vittoria così probabilmente non se la sarebbe mai immaginata. Lorenzo Savadori ottiene il primo successo stagionale sul tracciato di Misano. Partito dalla pole position, l’alfiere della Kawasaki va subito in fuga dopo poche tornate, vincendo la gara a quattro giri dal termine, quando viene esposta bandiera rossa per la caduta di Sandi, in quel momento secondo. Sul podio, insieme al pilota italiano, l’argentino Leandro Mercado, che legittima sempre più la propria leadership. Festa grande anche per la Ducati di Fabio Massei, terzo davanti al ceco Jezek.

In Campionato Mercado conduce sempre la classifica dall'alto dei suoi 72 punti, precedendo di quattordici lunghezze la coppia Savadori-Jezek

LA CRONACA – Allo spegnimento dei semafori Lorenzo Savadori tiene la propria posizione, passando davanti a tutti alla prima curva. Alle sue spalle, lo spunto migliore arriva da Sandi, che riesce a mettere le ruote della BMW davanti alle Ducati di Massei, Mercado e del ceco Jezek. In fondo al gruppo finisce in anticipo la gara di Grotzkyj e Mosera, entrambi a terra dopo nemmeno due tornate.

In testa è sempre il cesenate a dettare il ritmo, girando sull’1’39” alto. Savadori prova scappare, mentre Sandi è costretto ad inseguire a un secondo di distanza. Alle spalle dell’italiano è piena bagarre, con il leader del campionato Mercado chiamato a difendere la propria posizione dagli attacchi di Massei e Jezek. Intanto, nella top ten, D’Annunzio si avvicina al quinto posto di McFadden, staccato solo di nove decimi. Sfortunato Butti, costretto ad alzare bandiera bianca.

Quando mancano quattro giri al termine il colpo di scena, con Federico Sandi che cade a terra senza riportare conseguenze. Dalla direzione gara viene deciso di esporre la bandiera rossa e allora cala il sipario sulla gara. Savadori mette così il primo sigillo stagionale davanti a Mercado, sempre più leader del campionato, il quale precede Fabio Massei. Sesto posto invece per D’Annunzio, mentre Calia conclude dodicesimo. Più indietro Vargas e Castellarin, rispettivamente diciassettesimo e ventunesimo.


Categoria: 

Articoli che potrebbero interessarti