Tu sei qui

SBK, Misano, Melandri: più costante che veloce

"Partiti dalla base di Sepang e migliorati ancora". Guintoli: "Solito lavoro a gomme usate"

Reduce da una doppietta liberatoria a Sepang dopo un inizio di stagione difficoltoso, Marco Melandri ha compiuto un primo passo importante nel venerdì di prove libere a Misano. Primo nella FP1 e terzo nelle combinate (+0.130) al termine della FP2, il ravennate evidenziato un passo competitivo sia con gomme nuove che usate, sulla scorta dei miglioramenti di assetto trovati in Malesia.

"Mi sento bene, sono stato veloce fin da subito – ha dichiarato – Siamo partiti dalle soluzioni che hanno funzionato a Sepang e poi siamo cresciuti per piccoli passi. Lavoreremo soprattutto per migliorare nel primo settore, ma non sono preoccupato".

Tutto sotto controllo, quindi, con lo sguardo puntato verso una qualifica che si preannuncia particolarmente "calda" sia dal punto di vista meteorologico che agonistico.

"Domani mi aspetto una pista molto più veloce, noi continueremo a lavorare sul passo gara ma con un occhio di riguardo per il giro secco: le caratteristiche della pista rendono difficili i sorpassi quindi sarà fondamentale partire il più avanti possibile. In gara invece preferisco essere magari un po’ meno rapido ma più costante".

Solito lavoro "a carte coperte" per Sylvain Guintoli, settimo (+0.490), quest'anno mai particolarmente incisivo al venerdì, dove solitamente preferisce concentrarsi sul ritmo con pneumatici usati.

"È stato, come sempre, un venerdì di grande lavoro sul passo gara – ha confermato il francese – Abbiamo girato tanto con gomme usate, quindi credo che domani potremo essere molto più veloci. La base trovata oggi è già piuttosto buona ma abbiamo ancora un paio di assetti da provare e verificare. Oltretutto i nuovi colori della mia RSV4 sono fantastici anche in pista, non ci danno decimi ma guidare una moto bella fa sempre piacere".

Categoria: 

Articoli che potrebbero interessarti