Tu sei qui

SBK, Misano, Rea: la prima vittoria non si scorda mai

"Vittoria nel 2009 ricordo indelebile". Sykes: "Pista un po' piccola, la mano migliora progressivamente"

Jonathan Rea, dopo un inizio di stagione in continua crescita suggellato da tre vittorie consecutive tra Assen ed Imola, ha accusato una battuta di arresto. A Sepang, il caldo tropicale ha creato difficoltà alla CBR, mentre quello mediterraneo dovrebbe auspicabilmente sortire altri effetti. Lo spera il nordirlandese, che in campionato dista 22 punti da Tom Sykes, a pochi giorni dal round di Misano.

"Misano è un circuito dolceamaro per me, perché mi sono infortunato gravemente al polso nel 2011, ma evoca anche il bellissimo ricordo della mia prima vittoria in Superbike nell'anno d'esordio, il 2009 – ha detto ReaAdoro il tracciato e l'atmosfera. Veniamo da due gare difficili quindi spero che la moto si adatti subito alla pista. Abbiamo imparato molto a Sepang, e lavoreremo duro per tornare sul podio. Ci aspetta il giro di boa e tre gare in rapida successione, dobbiamo massimizzare il rendimento prima della pausa estiva".

Non ha la stessa predilezione per il tracciato romagnolo Tom Sykes, ancora dolorante dopo la carambola innescata dal compagno Loris Baz in Gara1 a Sepang ma quantomai concentrato sul prendersi cura "degli affari".

"La mia mano sta migliorando progressivamente, quindi non resta che scoprire come mi sentirò domenica in gara – ha detto Sykes, che a Santa Monica ha raccolto due pole position (2011 e 2012) – Con la squadra abbiamo lavorato duro per rendere la ZX10-R competitiva su una serie di tracciati differenti, e lo abbiamo dimostrato. Misano ha parecchie curve ma su una scala più piccola rispetto ad altri circuiti. Non è la pista più divertente in calendario perché non c'è molto spazio per fare scorrere la moto, ma è lo stesso per chiunque".

Per una volta si è trovato d'accordo Baz, chiamato a confermare quanto di buono mostrato fin qui (quattro podi) e redimere l'errore della Malesia per non perdere contatto nella corsa al titolo (-31 da Sykes).

"La pista di Misano non è tra le più divertenti dove correre, ma mi piace molto anche perché sono sempre stato abbastanza in forma lì – le parole di BazCi ho corso in SBK solo una volta, nel 2012, con ottime sensazioni. Non vedo l'ora di tornare in pista dopo un fine settimana deludente in Malesia. Dobbiamo riprendere il buon momento che mi accompagnato nelle prime cinque gare. Sono stato veloce su piste molto diverse tra loro, come Aragon e Donington".

Categoria: 

Articoli che potrebbero interessarti