Tu sei qui

MotoGP, Rossi e Lorenzo, test discordanti

Diverse opinioni per motore e scarichi. Valentino boccia la variante da F1: "mi fa schifo"

Questa volta al box Yamaha il materiale da provare non è mancato, uno scarico, un motore per il 2015 e la nuova gomma anteriore dura portata da Bridgestone. Anche se Rossi garantisce che “solitamente le indicazioni che diamo io e Jorge sono molto simili”, questa volta c’è stato un po’ di disaccordo fra i due. Partiamo dallo scarico, Valentino afferma che “pur non portando a un incremento delle prestazioni sostanziali, migliora la connessione con il gas, rende più facile controllare l’apertura dell’acceleratore. Penso che potremmo usarlo già ad Assen”. Lorenzo invece, sembra più tiepido, “non so dire se sia meglio o peggio e non abbiamo ancora deciso se montarlo in Olanda”.

Passiamo al motore, netta la stroncatura del maiorchino: “è chiaramente peggiore dell’attuale, è troppo nervoso”. Il Dottore invece preferisce sottolinearne i pregi, “va sicuramente più forte dell’attuale ma è anche vero che rende la M1 più difficile da guidare. La perfezione sarebbe avere quella potenza e più dolcezza”. Anche sulla possibilità di qualche novità per Aragon non c’è accordo, Valentino dà un “no” secco, Jorge sembra meno convinto e sorride mentre nega.

Le opinioni sono poi opposte sulla variante alla curva 9, quella che usano le Formula 1. Lorenzo la promuove, “è molto più sicura in caso di caduta e rende anche più semplici i sorpassi. È una curva stretta da prima, simile alla prima di Austin”. Rossi invece non vuole neanche sentirne parlare. “Non l’ho provata perché non volevo – dice – Mi fa schifo (it’s a shit, ha poi aggiunto in inglese ndr). L’avevo già utilizzata quando provai qui la Ferrari, non va bene per le moto. Alcuni piloti si sono lamentati dello spazio della via di fuga in caso di contatto, ma a me non piace assolutamente”.

Su una cosa, almeno, i due compagni di squadra sono d’accordo, la nuova gomma portata da Bridgestone. “Era una prova importante e devo dire che a me è piaciuta. Se Bridgestone continua a lavorare così, per metà della prossima stagione saremo a posto”, ride Valentino. Anche Lorenzo dà il suo benestare: “è migliore della 34, la più dura, che andrebbe a sostituire ma non l’avremo prima di Sepang. Garantisce maggiore stabilità nelle frenata”.

Discordanze a parte, entrambi sono soddisfatti della giornata. “Abbiamo raccolto molto dati e sono soddisfatto di quello che ho provato, anche in funzione delle prossime gare – il riassunto del Dottore – Non sono stato velocissimo (10° a 0”990 da Marquez ndr) ma non ho spinto per cercare il tempo, mi sono concentrato sul materiale da provare”. Anche Lorenzo, 3°, si dice contento: “soprattutto perché abbiamo lavorato sulla gestione elettronica per migliorare la stabilità in accelerazione e ci siamo riusciti”.

Per una volta, sono d'accordo.

Categoria: 

Articoli che potrebbero interessarti