Tu sei qui

Moto3, Warm Up umido, svetta McPhee

Fenati migliore degli italiani col sesto tempo, in Moto2 Folger davanti a Rabat

Il warm-up della domenica mattina di Barcellona porta le firme di Mc Phee e Folger. Nella minima cilindrata l’inglese della Honda segna il riferimento, tenendo alle proprie spalle un sorprendente Masbou e Vazquez, con Fenati sesto. Nella classe intermedia il debuttante Jonas Folger rompe lo strapotere di Tito Rabat, mettendo la propria Kalex davanti a quella dello spagnolo e di Viñales. A tenere alta la bandiera italiana ci ha pensato Franco Morbidelli, autore del sesto tempo.

MOTO3 – Partirà dalla decima casella in griglia, ma stamane ha messo tutti in riga. Nell’ultimo turno prima della gara, condizionato da pista umida, John Mc Phee realizza il miglior riscontro cronometrico, fermando il tempo sull’1’58”422. L’inglese rifila sei decimi alla Honda del francese Masbou (+0.643) e ben due secondi a quella di Efren Vazquez (+2.015). Migliore degli italiani Romano Fenati (+2.875), che a Barcellona vuole replicare la prestazione del Mugello, nonostante il sedicesimo tempo nelle qualifiche del sabato. Questa volta l’ascolano sale al sesto posto a quasi tre secondi dalla vetta, alle spalle di Kent e Viñales, ma davanti al diretto avversario per il mondiale, Jack Miller. Enea Bastianini (+2.981) invece, che oggi scatterà dalla seconda casella in griglia, è costretto ad accontentarsi del nono tempo dietro al poleman Alex Marquez. Fuori dai primi dieci, a quasi quattro secondi, la KTM di Niccolò Antonelli (+3.889), mentre per Alex Rins, reduce ieri dalla violenta caduta per highside, quattordicesima posizione. Seguono gli altri italiani con Tonucci 18°, Locatelli 21°, Ferrari 24°, Bagnaia 27°.

MOTO2 – La notizia di giornata è che Tito Rabat non riesce a fare quattro su quattro. Nel warm-up il più veloce di tutti è infatti Jonas Folger, grazie al tempo di 1’48”220. Lo spagnolo della Kalex (+0.133), che sulla pista di casa spera nella doppietta, deve accontentarsi del seconda posizione a poco più di un decimo dal tedesco, davanti al campione in carica della Moto3, Maverick Viñales. Anche per il turno di Moto2 le condizioni della pista rimangono umide, tanto da annotare le cadute in curva quattro dei giapponesi Nakagami e Nagashima, così come quella del belga Simeon. Tempi molto stretti con ben tredici piloti racchiusi in un secondo. Nei primi dieci il migliore degli italiani è Franco Morbidelli (+0.480) con la Kalex, sesto alle spalle di Luthi e Zarco. Decimo invece Alex De Angelis (+0.701), preceduto da Lowes (+0.639) e Kallio (+0.692), con quest’ultimo che oggi partirà dalla prima fila al fianco di Rabat. Undicesimo Simone Corsi (+0.728), mentre Mattia Pasini (+1.091) preferisce invece non rischiare e preservare la moto, accontentandosi del quattordicesimo tempo 30° Lorenzo Baldassarri (+3.134).

Categoria: 

Articoli che potrebbero interessarti