Tu sei qui

Moto2, FP3: Rabat prenota la pole

Lo spagnolo segna il miglior tempo anche nell'ultimo turno di libere, 5° Pasini

Il sabato della Moto2 rispecchia il copione di quanto visto venerdì. Tito Rabat fa tre su tre, firmando il miglior tempo anche nell’ultima sessione di prove libere, grazie a 1’46”755. Una prestazione che conferma ancora una volta la superiorità del pilota spagnolo sulla pista di casa, tanto da abbassare di oltre due decimi il riscontro cronometrico registrato ieri. Con ogni probabilità, l’alfiere della Kalex è il candidato principale per la pole del pomeriggio.

Ad insidiare Esteve Rabat ci ha provato il compagno di squadra Mika Kallio (+0.522), autore del secondo tempo a mezzo secondo dallo spagnolo. Il finlandese perde qualcosa nell’ultimo settore, mentre alle sue spalle Jonas Folger (+0.668) ripete quanto di buono fatto ieri, conquistando il terzo crono a sei decimi dalla vetta.

Sorprende nelle prime posizioni anche la Suter di Zarco (+0.700), quinto davanti a Mattia Pasini (+0.807), ancora una volta l’unico italiano presente nella top ten.  Il pilota del team Forward gira a otto decimi dal riferimento realizzato da Rabat, addirittura ad un secondo Sandro Cortese (+1.032), che ha chiuso il turno con il sesto tempo davanti a Schrotter (+1.032) e Lowes (+1.060), autore quest’ultimo di un lungo nel finale.

Dopo le difficoltà accusate il venerdì, segnali di vitalità giungono da Simone Corsi (+.1.178), undicesimo alle spalle di Maverick Viñales (+1.099) e Thomas Luthi (+1.169).

Più staccati invece gli altri portacolori italiani, con Franco Morbidelli (+1.223) e Alex De Angelis (+1.238) racchiusi in soli quindici millesimi in 15^ e 16^ posizione. Sfortunato nel finale il pilota del team Italtrans, venuto a contatto con il malese Syahrin, dove quest’ultimo è caduto a terrà. Stessa sorte è toccata ad inizio sessione a Nakagami, soltanto diciottessimo, dopo uno scivolone alle curva 5. Più arretrato con il 26° tempo Baldassarri (+1.651).

 

Categoria: 

Articoli che potrebbero interessarti