Tu sei qui

MotoGP, Espargaró: devo migliorare con il caldo

"Traction control non perfetto". Smith: "T4 da migliorare". Bradl: "Indecisi sulla mescola"

Le prove libere del venerdì a Barcellona hanno incoronato tre "outsider". Prima Aleix Espargaró, che ha sfruttato la gomma morbida e le temperature più miti (pista più veloce) al mattino per stampare uno stratosferico 1'41.672 in sella alla M1 Open del team Forward. È quindi stata la volta di Bradley Smith (Tech3) e Stefan Bradl (LCR), separati al pomeriggio da soli sette millesimi.

Sarebbe ingenuo giudicarlo un fuoco di paglia, su alcune piste il divario tra moto ufficiali e clienti si assottiglia, ed il week-end di Montmeló potrebbe riservare più di una sorpresa. Ecco cosa hanno detto i tre protagonisti:

Aleix Espargaró: "Questa mattina siamo stati veloci e abbiamo girato anche con un buon passo, ma soffriamo molto al pomeriggio quando la temperatura si alza. Abbiamo provato varie soluzioni a livello di elettronica, ma senza ottenere i risultati sperati. Domani continueremo a lavorare per cercare di far funzionare meglio il traction control".

Bradley Smith: "Finire la FP2 al comando è certamente una bella soddisfazione. Abbiamo svolto un lavoro molto importante al Mugello, trovando un assetto congeniale, anche se i risultati non lo hanno mostrato allora. Oggi ci siamo concentrati sull'anteriore, sia per quanto riguarda la scelta delle mescole che per la guidabilità. Ci restano piccoli aggiustamenti da fare, specialmente per il T4, dove la moto non si comporta ancora a dovere".

Stefan Bradl: "Sono ovviamente soddisfatto di quanto fatto oggi, entrambe le sessioni si sono rivelate positive. Il nostro assetto di base funziona, e nella FP2 abbiamo fatto alcune modifiche per migliorare il responso dell'anteriore. Abbiamo provato entrambe le mescole, cosa importante nel caso domenica facesse molto caldo. Non sappiamo ancora quale scegliere, ma il passo è buono. Fisicamente sto bene, nonostante un fine settimana difficile al Mugello. Spero sia un nuovo inizio per noi".


Categoria: 

Articoli che potrebbero interessarti