Tu sei qui

SBK, Sykes: la gestione gomme farà la differenza

A Sepang Baz butta la vento la pole. Le Honda in crisi mentre le Suzuki giocano da outsider

Anche se è un’Aprilia ad avere conquista la pole position – quella guidata da Guintoli – la pista di Sepang ha un bel po’ di verde, e non solo per la vegetazione che ne fa da cornice. Kawasaki ha potuto contare su Tom Sykes per prendersi la seconda piazza sullo schieramento e avrebbe potuto anche realizzare il colpaccio con Loris Baz, se non si fosse steso all’ultima curva gettando al vento tutti i decimi di vantaggio. Se le verdone saranno un osso duro per la gara, sono invece in netta difficoltà le Honda. Affiancati in quarta fila, Rea e Haslam soffrono sull’asfalto malese. Il più negativo è Jonatahan, che sembra pensare più a limitare i danni che a impensierire il capo classifica. Fra i due litiganti, ci sono le Suzuki. Le moto di Hamamatsu sembrano sguazzare nel caldo umido ed Eugene Laverty ne ha approfittato, non distante neppure il suo compagno di squadra Lowes.

Tom Sykes (2° tempo): sono stato abbastanza constante in tutto il fine settimana e con le gomme da gara siamo tutti vicini. Sento che ho imparato qualcosa durante la Superpole e spero che sia qualcosa di utile per domani. Non sono troppo distante dai rivali e i tempi sono tutti molto simili, ma cercherò di lavorare ancora per migliorare il setting da usare in gara. Ho notato quanto siano veloci alcuni piloti con le gomme nuove ma domani tutti dovranno fare i conti con il calo degli pneumatici, per questo motivo il potenziale di ognuno non sarà chiaro fino ad allora Devo solo migliorare le mie sensazioni in generale, in modo da utilizzare meglio la moto in alcune curve”.

Loris Baz (6° tempo):in tutto il giro finale mi sembrava di potere frenare sempre più tardi perché la gomma da qualifica posteriore mi forniva molto aderenza in più in entrata di curva. All’ultima curva ho staccato un po’ troppo avanti perché ho percorso il rettilineo più velocemente del solito. È stato un piccolo errore, ma sono felice perché sono migliorato in tutti i turni e avrei potuto prendermi la pole. Penso che domani potrò fare una bella gara, il mio passo è buona ma bisognerà scoprire come saranno le gomme dopo una decina di giri”.

Eugene LavertyEugene Laverty (7° tempo): sono arrivato a un soffio dalla seconda fila, ma ho fatto un errore alla fine del mio giro migliore che me l’ha tolta. Tutto sommato è stata una buona giornata, considerando che ho dovuto saltare la maggior parte dell’ultimo turno di libere per un problema tecnico alla moto. La Suzuki si comporta bene con il caldo e domani pomeriggio sembra che le temperature saranno alte. Ho solo bisogno di una buona partenza”.

Alex Lowes (9° tempo):lentamente ci stiamo avvicinando ai migliori ma questo è un fine settimana un po’ difficile. Essere entrato direttamente in Superpole mi ha dato un po’ di tempo per provare alcune cose. Sono abbastanza felice, ma domani la gara sarà dura. Speriamo di potere fare alcune modifiche nel warm up all’anteriore e poi di divertirci”.

Jonathan ReaJonathan Rea (10° tempo): è stata una giornata difficile, come quella di ieri. Stiamo cercando di tirare fuori il meglio dalla nostra moto ma fatichiamo, principalmente a causa del freno motore e dell’erogazione di potenza. A Sepang non c’è molto grip e si sta per molto tempo piegati nei curvoni veloci, ciò amplifica i nostro problemi. Non sono abituato a partire così indietro e ho anche fatto un piccolo errore con le gomme da qualifica, non pensavo che mi sarebbe costato così tanto. Vanno tutti forte, quindi ho solo bisogno di fare del mio meglio domani e portare a casa più punti possibile. Non sarà facile”.

Leon Haslam (11° tempo): non sono troppo insoddisfatto al momento, anche se non sono stato felice della caduta nelle FP4. Ho perso un turno importante, l’unico con temperature simili a quelle che troveremo nella prima gara di domani e in cui si può girare con gomme usate. Ancora una volta, come a Imola, non ho girato per l’intera sessione e questa è la cosa più frustrante. Guardando agli aspetti positivi, ho fatto il mio giro più veloce in Superpole con gomme da gara e con una moto ricostruita. Sono stato più lento con le coperture da qualifica come al solito perché sorgono dei problemi. Abbiamo alcune cose da provare nel warm up domani ma abbiamo comunque già fatto dei progressi oggi”.

Categoria: 

Articoli che potrebbero interessarti