Tu sei qui

SBK, Guintoli: meglio in gara che in qualifica

Il francese alla seconda pole stagionale. Melandri (5°): "non sono efficace con le gomme da tempo"

Sylvain Guintoli ha domato la pista di Sepang conquistando la seconda pole position della stagione, dopo quella ottenuta nel round iniziale di Phillip Island. Il francese dell’Aprilia negli ultimi, concitati, minuti della Superpole è riuscito a contenere gli attacchi degli avversari, tenendo alle sue spalle per poco più di un decimo il leader della classifica Tom Sykes. Non è stato solo un giro fortunato, perché Sylvain ha dimostrato di essere anche molto costante, sia nel time attack che per quanto riguarda il passo gara.

“Questo weekend fino a ora è stato quasi perfetto, anche se sono i risultati di domani quelli che contano davvero – ha riflettuto Guintoli - Mi sono allenato bene, preparandomi al gran caldo, e in realtà mi sento meglio con gomma da gara rispetto a quella da tempo. Sono felice, la RSV4 si sta comportando davvero bene qui, riusciamo a sfruttarla al meglio. Mi diverto a guidare, domani saranno due gare sicuramente molto dure ma non vedo l’ora di scendere in pista”.

Marco MelandriIl suo compagno di squadra Marco Melandri ha invece dovuto accontentarsi del quinto posto e della seconda fila. Il suo distacco sfiora il secondo e davanti a lui scatterà l’Aprilia privata di Toni Elias. Quello che più ha limitato il ravennate, incisivo nei turni di libere, è stata la scarsa fiducia con la gomma da qualifica. La seconda fila è comunque una buona rampa di lancio in vista della gara.

E’ stata una qualifica difficile, abbiamo cercato di continuare a migliorare la stabilità e il grip al posteriore ma alla fine ho faticato troppo con l’anteriore – ha spiegato Melandri - Con la gomma da qualifica non ero efficace, finire quinti in queste condizioni mi fa ben sperare per domani. Dobbiamo riuscire a guadagnare ancora qualcosa, saranno gare complicate sia per le gomme che per i piloti”.

È andata meglio, come detto, a Toni Elias, abile anche a sfruttare il riferimento di Guintoli sul giro lanciato. "Penso che questa sia stata la mia migliore prestazione in Superpole di sempre – ha detto lo spagnolo – Sono contento perché il quarto posto mi garantisce un’ottima posizione di partenza per le gare di domani. Una posizione che mi potrebbe permettere di stare sin dall’inizio nel gruppo dei piloti più veloci. Come ho detto anche ieri, la svolta è avvenuta nella riunione che abbiamo fatto qui a Sepang, nella quale abbiamo deciso di intraprendere una nuova metodologia di lavoro, che ha dato subito ottimi frutti. Ci manca un po' di trazione, ma sono ottimista per la gara".

Categoria: 

Articoli che potrebbero interessarti