Tu sei qui

SBK, WSS: Cluzel si conferma il migliore

QP: seconda piazza per Coghlan, davanti a Vd Mark. Migliore dei nostri è Rolfo, quinto

Uno scatenato Jules Cluzel conquista la pole position sul circuito di Sepang. Il francese porta al vertice la tre cilindri di Schiranna, la MV Agusta F3, relegando in seconda posizione la Yamaha R6 di Kev Coghlan, staccato di 93 millesimi di secondo dalla vetta.

Terza piazza per Michael Vd Mark con la Honda CBR600 RR, ben più staccato dalla vetta, con un ritardo di 630 millesimi di secondo da Cluzel.

E' stata comunque una sessione piuttosto caotica, con numerosi "trenini" e piloti che attendevano la giusta scia, creando anche qualche malumore di troppo. E' accaduto a Cluzel, nervoso nei confronti di Zanetti, o dello stesso Vd Mark.

Quarta posizione per un Kenan Sofuoglu che continua ad avere un conto aperto con la sfortuna: problemi prima di assetto - interessante il colloquio fitto tra il turco ed il tecnico delle sospensioni, con il primo che lamentava un problema a tenere la linea ideale, e la risposta del secondo, su un posteriore troppo alto - poi di motore hanno limitato il turno del portacolori Kawasaki, comunque staccato di 646 millesimi di secondo dalla vetta.

Il migliore dei nostri rappresentanti è Roberto Rolfo, quinto con la Kawasaki del team Go Eleven a +0.803 dalla vetta. Sesto invece è Lorenzo Zanetti, primo pilota ad accusare un ritardo superiore al secondo. In seconda fila, in settima posizione, anche la wild card locale Zaidi con la Honda CBR600RR del team SIC - Sepang International Circuit. Ottavo Patrick Jacobsen autore anche di una caduta, a +1.249.

In terra anche Raffaele De Rosa, che chiude la sessione in 13esima posizione. Tornando alla classifica, tra i primi dieci troviamo anche Kennedy e Wilairot. Undicesima piazza invece per Florian Marino (+1.383) davanti a Roberto Tamburini. 14esima posizione per Marco Bussolotti davanti ad Alessandro Nocco rallentato anche dalla pubalgia.

16esimo riferimento cronometrico per Christian Gamarino, ancora una volta sfortunato protagonista, vista la rottura del motore della sua Kawasaki. Non si trattava di una nuova unità, ma di quella utilizzata a Donington. 17esima piazza per Riccardo Russo, 19esima per Fabio Menghi.

Categoria: 

Articoli che potrebbero interessarti