Tu sei qui

SBK, Sepang, Melandri: partenza OK, ho margine

Il ravennate non monta gomme nuove nelle FP2. Guintoli: "Qui sfruttiamo tutto il potenziale"

Nel venerdì di prove libere della SBK a Sepang, Aprilia non poteva chiedere di più. Marco Melandri è stato il più veloce al mattino, Sylvain Guintoli al pomeriggio, e Toni Elias è immediatamente alle loro spalle nella classifica combinata. La RSV4 sembra gradire la scorrevolezza del tracciato malese, dove può scatenare liberamente la propria "cavalleria", ed è competitiva sia sul giro singolo che sul passo.

"Su questa pista mi sono trovato bene da subito – ha analizzato Marco Melandri, che in Malesia ha anche provato una nuova sella per ovviare ai problemi di posizione di guida evidenziati in Inghilterra – È un circuito particolare, c'è poco grip, ma durante le ultime gare abbiamo lavorato costantemente, cambiando particolari e ora sto avendo sensazioni migliori".

Il ravennate ha peraltro giocato a carte coperte nel pomeriggio, preferendo "non utilizzare gomme nuove, perché si scivolava molto. Sono sicuro che domani i tempi si abbasseranno parecchio. La partenza di questa trasferta malese è stata veramente positiva".

Ottimista anche il suo compagno di squadra Guintoli, apparso particolarmente in forma sul ritmo (fissato da lui stesso a 2'05 basso). Nel pomeriggio, il francese ha trovato un assetto equilibrato, che gli permette di eccellere anche senza primeggiare in ogni settore del tracciato.

"I risultati di oggi sono chiari, la RSV4 qui si comporta davvero bene – ha sentenziato "Guinters" – Nelle ultime gare non riuscivamo a sfruttare tutto il potenziale della moto, mentre qui ci sono le condizioni per farlo. Siamo veloci non solo sul giro singolo ma anche sul passo, e lo siamo stati fin dal primo turno. Mi sento bene anche in uscite più lunghe. Il bilancio è nettamente positivo".

Terzo tempo per Toni Elias, che si è detto "abbastanza soddisfatto di quanto abbiamo fatto oggi. Dopo la seconda gara di Donington ci siamo riuniti con la squadra ed abbiamo rivisto tante cose, andando a valutare lo storico sia della moto che delle gare passate e delle mie caratteristiche di guida. Abbiamo capito alcune cose importanti che qui a Sepang ci hanno permesso di lavorare subito nella giusta direzione ed i risultati si sono visti. Oggi mi sono sentito subito a mio agio sulla moto. Questa pista è favorevole per la mia RSV4".

Categoria: 

Articoli che potrebbero interessarti